Trampolino elastico azzurro fuori da Rio 2016

Flavio Cannone e Dario Aloi mancano la qualifica tra i migliori 24 per la semifinale di domenica perdendo, di conseguenza, anche la possibilità di giocarsi l’accesso ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro

Trampolino elastico azzurro fuori da Rio 2016

Il Trampolino azzurro manca la qualificazione al Test Event e perde così la possibilità di partecipare alle Olimpiadi di Rio. Flavio Cannone e Dario Aloi mancano la qualifica tra i migliori 24 per la semifinale di domenica perdendo, di conseguenza, anche la possibilità di giocarsi l’accesso ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro – se fossero rientrati tra i primi otto – o al test Event di aprile – qualificandosi dal nono al ventunesimo posto, sempre con la regola dei due ginnasti per nazione -. Due errori nel libero per entrambi fanno sfumare il sogno. Flavio Cannone al termine della gara si piazza in 114ª posizione. Dario Aloi, invece, in 93ª. A dominare la classifica di ieri il bielorusso Uladzislau Hancharou con il totale di 110.975. I due giovani Stefano Luciani e Alessandro Lucarelli hanno realizzato una buona gara, concludendo i propri esercizi e ben figurando nel panorama internazionale. Rispettivamente terminano la competizione in 74ª e 67ª posizione. “Ho ultimato bene i miei esercizi – ci dice Alessandro Lucarelli – Il mio obiettivo era di farli più alti e più puliti e l’ho raggiunto. Sono soddisfatto! Gli fa eco Stefano Luciani: “Nonostante una piccola sbavatura ho portato a termine tutti e due gli esercizi. Sono stato molto attento nella seconda parte di entrambi dove, di solito, sono impreciso ma ho fatto la mia gara”. L’unica donna, Costanza Michelini, con il punteggio finale di 88.905, dato dalla somma dell’esercizio obbligatorio e di quello libero, si piazza in 57ª posizione perdendo così, anche lei, la possibilità di gareggiare nella semifinale a 24 di domenica. In testa alle 79 ginnaste in gara la cinese Li Dan con il totale di 103.130. Al termine della competizione il DTN Giuseppe Cocciaro: “Non ci aspettavamo questo risultato. Aancora non ho avuto modo di parlare con i rispettivi allenatori per fare il punto della situazione. In allenamento Flavio Cannone e Dario Aloi sono riusciti a finire entrambi gli esercizi molto bene, ero molto fiducioso soprattutto per il loro esercizio libero. Purtroppo hanno sbagliato entrambi e non siamo riusciti a qualificarci. Sono molto contento, però, per la performance dei più giovani che si sono dimostrati concentrati e decisi. Anche Costanza ha fatto una bella gara. Ha saputo dare prova di carattere ed è un aspetto da non sottovalutare”.

“Un risultato che sicuramente non corrisponde al valore degli atleti – ha detto il presidente Agabio –. È la legge dello sport e ne prendiamo atto. Purtroppo hanno sbagliato nel momento peggiore e gli errori sono stati eclatanti. In ogni disciplina con il minimo errore sei fuori dalla competizione e, sicuramente, nel trampolino questo aspetto non è da meno. Purtroppo dopo tre qualificazioni consecutive ai Giochi olimpici, questa volta, non ci siamo riusciti. Non dobbiamo scoraggiarci bensì imparare dagli errori per migliorarci.”

Odense – Qualificazione femminile
Odense – Qualificazione maschile

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.