Quando lo Sport è Donna, in mostra a Siena

In mostra 54 pannelli che raccontano i successi e la storia delle donne nello sport, attraverso la partecipazione femminile ai Giochi Olimpici.

Quando lo Sport è Donna, in mostra a Siena

“Chi dice donna dice sport”. Da oggi, sabato 27 febbraio e fino a domenica 13 marzo, i Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico ospiteranno la mostra, a ingresso gratuito, “L’emancipazione femminile vista attraverso i Giochi Olimpici”, allestita in collaborazione con Panathlon Club di Siena. Tutti i giorni, dalle ore 10 alle ore 18, sarà possibile scoprire, attraverso un viaggio per immagini, il rapporto delle donne con lo sport. In mostra 54 pannelli che raccontano i successi e la storia delle donne nello sport, attraverso la partecipazione femminile ai Giochi Olimpici. L’esposizione rientra nel cartellone di eventi della “Sport Siena Week End”, la manifestazione dedicata allo sport, in tutte le sue forme, organizzata dal Comune di Siena con il contributo di Banca Monte dei Paschi di Siena. L’edizione 2016 si snoderà da oggi per quattro fine settimana consecutivi, fino al 20 marzo, con esibizioni dal vivo, competizioni agonistiche, mostre e convegni e coinvolgerà società, associazioni sportive e dilettantistiche, protagonisti sportivi di ieri e di oggi. Ospite speciale della mostra sarà domani, domenica 28 febbraio alle ore 17.30, il giornalista sportivo Franco Esposito, che ha partecipato a cinque edizioni dei campionati del mondo.

La mostra racconta l’universo femminile dello sport attraverso i Giochi Olimpici. Nei 54 pannelli si ritrova una straordinaria testimonianza della gioia, delle fatiche e dei sorrisi che hanno accompagnato il “gentil sesso” nelle competizioni sportive. Dall’antichità greca fino ai giorni nostri, passando per prima atleta donna alle Olimpiadi del 1900: la tennista Charlotte Cooper detta “Chattie”, che giocava indossando una gonna lunga fino alle caviglie, che si aggiudicò il torneo individuale e il doppio misto. Una donna, Chattie che vinse 5 volte il torneo di Wimbledon, conquistando il titolo l’ultima vittoria a 37 anni e 282 giorni, un record che non è ancora stato battuto. Un crescendo di gare e spettacolo, ricco di storie e aneddoti dove è possibile seguire il processo di emancipazione femminile. La mostra racconta anche gli ultimi Giochi Olimpici del 2012 a Londra, dove sono state quasi 5 mila le atlete coinvolte, il 46% degli atleti presenti e dove, per la prima volta, tutti i Paesi partecipanti hanno avuto una rappresentanza femminile. Proprio a Londra, per la prima volta, le atlete saudite hanno potuto partecipare alle Olimpiadi. 

Tante anche le foto che rendono omaggio alle atlete italiane: da Valentina Vezzali, prima schermitrice a essersi aggiudicata tre medaglie d’oro olimpiche, più altri tre ori a squadre, un argento e due bronzi che si aggiungono al palmarés olimpico; a Federica Pellegrini, la prima italiana ad aver vinto una medaglia d’oro nel nuoto nei Giochi a Pechino nel 2008 nei 200 metri stile libero. E sempre da Pechino il sorriso di Giulia Quintavalle, prima donna italiana a vincere l’oro nello judo. Tante anche le foto dedicate alle Paralimpiadi, come quella di Paola Fantato, che ha gareggiato in 5 edizioni, aggiudicandosi 8 medaglie e partecipando anche alle Olimpiadi di Atlanta 1996. Fatica ma anche tanta gioia, come quella scolpita nel volto di Francesca Porcellato, la “rossa volante”, che vanta 9 partecipazioni alle Paralimpiadi e 11 medaglie conquistate.

Info utili. La mostra è aperta tutti i giorni, dalle ore 10 alle ore 18, a ingresso gratuito. Per informazioni è possibile chiamare l’ufficio cultura al numero 0577292226. La mostra rientra nel cartellone di eventi della Sport Siena Week End, rassegna dedicata allo sport, organizzata dal Comune di Siena con il sostegno di Banca Mps. Info su www.comune.siena.it/ssw, su Fb Sport Siena Weekend e su Instagram #SportSienaWeekend. Per informazioni è possibile chiamare i numeri 0755 292221 e 0577280551 (orario ufficio). 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.