Europei pista 2016, Elisa Balsamo.. dieci!

Il successo della cuneese nella prova omnium juniores regala la decima medaglia all'Italia, la sesta d'oro, di questi campionati continentali.

Europei pista 2016, Elisa Balsamo.. dieci!

Elisa Balsamo è uno dei giovani talenti cristallini che arricchiscono il futuro del ciclismo italiano. Lei come Filippo Ganna, Martina Berta e, ultima arrivata ma non meno talentuosa, Letizia Paternoster. Ieri la ragazza piemontese ha vinto il campionato europeo omnium juniores. Si tratta della decima medaglia per l’Italia ai Campionati Europei Pista di Montichiari, la seconda personale di Elisa.

L’azzurra vince lo scratch (prima delle sei prove) ed i 500 metri, è 3^ nell’inseguimento 5^ nell’eliminazione e seconda al giro lanciato. La corsa, dopo cinque delle sei prove, è apertissima con la russa Novolodskaia e la lituana Baleisyte, rispettivamente seconda e terza in classifica. E’ la corsa a punti, l’ultima dell’omnium i cui punteggi vanno direttamente in classifica finale, ad incoronare Elisa che non si risparmia negli sprint:

Sapevo che dovevo correre per controllare la lituana e la russa e se le altre atlete fossero andate a giro, non ci sarebbe stato problema. Ho continuato a sprintare perché non volevo dare vantaggio alle mie due dirette avversarie” dice al termine di una prova nella quale ha vinto uno sprint e collezionato due secondi e tre terzi posti nelle otto volate in programma, per un totale di 203 punti. Argento alla lituana Baleisyte (200 punti) e bronzo alla britannica Jessica Roberts (199 p.) La russa Novolodskaia, diretta avversaria nella classifica di Elisa, è stata squalificata durante la corsa a punti.

Si tratta della prima medaglia in una specialità, l’Omnium, che a livello internazionale non aveva ancora provato: “lo scratch è intuito, l’eliminazione è massacrante sia a livello fisico che mentale e non perdona, nell’inseguimento individuale è necessario calibrare al meglio le energie, il giro lanciato è istinto, i 500 mt sono la perfezione e la corsa a punti è estenuante… ma che grande soddisfazione!

Per Elisa l’impegno agli europei è finito ed è già tempo di guardare agli imminenti campionati del mondo pista a Aigle (svizzera) dove il CT Salvoldi l’ha convocata (ha conquistato l’oro continentale nel quartetto risa che ha registrato anche il nuovo record del mondo) ma prima un pensiero alla sua compagna di squadra: “Questa medagli è per Marta Cavalli, anche lei azzurra del quartetto ma che non ha potuto partecipare agli europei per un infortunio”.

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.