Europei Artistica in Romania, l’Italia scopre la stellina Martina Maggio

Sesta nell'all around alla prima esperienza continentale si candida a raccogliere l'eredità di Ferrari e Ferlito.

Europei Artistica in Romania, l’Italia scopre la stellina Martina Maggio

La britannica Elissa Downie è la nuova regina europea della Ginnastica Artistica. La sorella minore di Becky, oro alle parallele europee di Sofia 2014 e Berna 2016, si aggiudica l’oro del Concorso Generale femminile di Cluj Napoca, sotto gli occhi di Nadia Comaneci, con il punteggio complessivo di 55.765. Dietro la diciassettenne di Nottingham, che a Montpellier nel 2015 si fermo al terzo posto, distante poco più di un punto dalla campionessa uscente Giulia Steingruber, si piazzano l’ungherese Zsofia Kovacs, seconda a quota 55.432, e la francese Melanie Dos Santos, bronzo con 55.065.

Ottimo sesto posto per l’azzurrina Martina Maggio, con il totale di 53.199 (VO 14.100 – PA 13.266  – TR 12.900  – CL 12.933). Il talento della Robur et Virtus migliora di due posizioni l’ottavo posto delle qualifiche. Oro juniores al volteggio, la quindicenne brianzola, seguita dal DTN Enrico Casella, festeggia con le medagliate durante la premiazione e si candida per un posto ai prossimi Mondiali di Montreal, ad ottobre. 21^ l’altra italiana in gara, Giada Grisetti con 50.699 (VO 13.933 – PA 13.533 – TR 11.700 – CL 11.533). Il cigno di Bellinzona, allenato da Monia Marazzi, soffre di un attacco di stomaco proprio mentre era impegnata in pedana e così dallo splendido undicesimo gradino nelle ammissioni di mercoledì scivola di dieci posizioni.

La Sala Polivalenta di Cluj Napoca chiude i battenti con la seconda giornata delle finali di specialità. L’Italia lascia la Transilvania con un po’ di amaro in bocca, il quarto posto di Lara Mori – in ex aequo con la tedesca Kim Bui a 13.566 – nella finale continentale del corpo libero donne. La montevarchina allenata da Stefania Bucci migliora il suo personale rispetto alle qualifiche e manca di poco la classica ciliegina sulla trasferta della Femminile azzurra, già farcita delle due finaliste All round e del sesto posto di Martina Maggio.

La sedicenne del C.S. dell’Esercito Italiano probabilmente ha pagato il fatto di essere partita per prima, oltre ad un passo sul triplo avvitamento.

Finale corpo libero femminile

  1. Angelina Melnikova (RUS) 14.100
  2. Ellie Downie (GBR) 14.066
  3. Eythora Thorsdottir (NED) 13.700
  4. Kim Bui (GER) 13.566
  5. Lara Mori (ITA) 13.566
  6. Pauline Schaefer (GER) 13.533
  7. Claudia Fragapane (GBR) 13.533
  8. Elena Eremina (RUS) 13.466 

Finale Volteggio maschile

  1. Artur Dalaloyan (RUS) 14.933
  2. Marian Dragulescu (ROU) 14.733
  3. Oleg Verniaiev (UKR) 14.649
  4. Zachari Hrimeche (FRA) 14.616
  5. Artur Davtyan (ARM) 14.583
  6. Dominick Cunningham (GBR) 14.133
  7. Igor Radivilov (UKR) 14.033
  8. Andrey Medvedev (ISR) 6.733

Finale Trave

  1. Catalina Ponor (ROU) 14.566
  2. Eythora Thorsdottir (NED) 14.066
  3. Larisa Iordache (ROU) 13.966
  4. Ellie Downie (GBR) 13.433
  5. Sanne Wevers (NED) 13.341
  6. Zsofia Kovacs (HUN) 13.133
  7. Marine Boyer (FRA) 12.966
  8. Claudia Fragapane (GBR) 12.533
  9. Tabea Alt (GER) 10.966

Finale Parallele Pari

  1. Oleg Verniaiev (UKR) 15.466
  2. Lukas Dauser (GER) 15.366
  3. Nikita Nagornyy (RUS) 15.266
  4. David Belyavskiy (RUS) 15.233
  5. Eddy Yusof (SUI) 15.000
  6. Marcel Nguyen (GER) 14.800
  7. Ferhat Arican (TUR) 14.633
  8. Oliver Hegi (SUI) 11.866

Finale Sbarra

  1. Pablo Braegger (SUI) 14.933
  2. Oliver Hegi (SUI) 14.500
  3. David Belyavskiy (RUS) 14.366
  4. James Hall (GBR) 14.333
  5. Edgar Boulet (FRA) 14.333
  6. Bart Deurloo (NED) 13.133
  7. Anton Kovacevic (CRO) 13.066
  8. Oleg Verniaiev (UKR) 11.700

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.