Europei MTB: Italia show tra gli U23 con Gioele Bertolini e Nadir Colledani

L'ultimo giorno di gara degli Europei regala un oro e un argento all'Italia con la coppia Bertolini Colledani tra i cadetti e un bottino finale di 1 oro, 1 argento e 1 bronzo.

Europei MTB: Italia show tra gli U23 con Gioele Bertolini e Nadir Colledani

Darfo Boario Terme (BS) – Torna protagonista l’Italia del Mountain Bike e chiude gli Europei MTB 2017 a Darfo Boario con un oro, un argento e un bronzo. Un bottino che ci riporta nell’elite del fuoristrada e che consegna, soprattutto, un Under, Gioele Bertolini, ormai pronto per traguardi più ambiziosi. Nella staffetta registriamo la rinascita di Kerschbaumer, autore della frazione migliore e catapultato verso il vertice della categoria. Ci saremmo attesi anche nella prova individuale una conferma del buono visto giovedì e, soprattutto, la scorsa settimana ai campionati italiani. Conferme anche per Martina Berta, quarta tra le U23, al primo anno nella categoria: quando la corsa ha in palio un obiettivo importante, lei c’è sempre. Ma procediamo con ordine.
La giornata di ieri si apre subito all’insegna dei colori azzurri con l’inno di Mameli che accompagna la straordinaria doppietta messa a segno dal neo campione italiano Gioele Bertolini e da Nadir Colledani. «Una gioia immensa e un’emozione indescrivibile – commenta Bertolini – a solo una settimana dalla riconferma del titolo italiano abbiamo scritto la storia con questo bellissimo risultato per l’Italia, in Italia. Una gara pazzesca, un tracciato bellissimo ed un oro che per me vale doppio». La gara under maschile si chiude con il bronzo conquistato dal danese Simon Andreassen che mai ha impensierito la coppia italiana.
Tra le donne èlite è invece la esile e tenace atleta ucraina Yana Belomoina l’unica in grado d’interpretare al meglio il difficile e selettivo tracciato di gara che in questi giorni si è fatto conoscere ed apprezzare da tutto il settore tecnico europeo. Alle spalle della Belomoina chiude in seconda posizione la svizzera Linda Indergrand, che nulla ha potuto per resistere all’impressionante ritmo dell’ucraina, mentre la medaglia di bronzo la conquista l’inossidabile atleta norvegese, già campionessa olimpica e quattro volte iridata nel cross country, Gunn Rita Dahle.
Epilogo epico per la rassegna continentale organizzata dallo staff dell’A.S. Boario, sapientemente diretto dal presidente Ezio Maffi. L’intera area di gara, il tracciato e gli spazi limitrofi sono letteralmente stati presi d’asssalto da migliaia di spettatori che non hanno voluto perdere l’occasione di vedere in azione i migliori atleti dell’attuale ranking mondiale di specialità. Ricca di colpi di scena la gara regina caratterizzata da continui cambi di fronte in testa alla corsa. Ad avere la meglio sugli avversari è lo svizzero Florian Vogel che conquista così il quarto oro per la compagine rosso-crociata.
Dietro di lui è d’argento “Le Roi” Julien Absalon , che ancora una volta mette in campo tutta la sua classe nonostante il fresco rientro alle gare dopo quasi un mese di stop. Terzo gradino del podio per il tedesco Manuel Fumic che sul finale ha dovuto faticare non poco per mantenere il proprio vantaggio su di uno scatenato Daniele Braidot, 4º e primo degli italiani, uscito sulla distanza con una grande rimonta. Prova maiuscola per l’idolo di casa Marco Aurelio Fontana che spinto dal rumore della folla riesce a strappare un buon 6º posto mentre Luca Braidot chiude in 8ª.
«Bellissimo vincere qua – ha raccontato Vogel – sono spesso in Italia perchè trovo posti e scopro località sempre nuove ed affascinanti dove potermi allenare e dove poter preparare la mia stagione agonistica. Boario Terme è una location fantastica e se penso che tutto questo è stato creato in soli due mesi stento quasi a crederci. Un titolo europeo che significa tanto per me, una giornata che ricorderò per sempre!»

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.