CAMBIAGO – In occasione della presentazione dei tecnici delle Nazionali di ciclismo della Federazione ciclistica italiana, qualche giorno fa a Milano, il presidente Cordiano Dagnoni ricordò quale dovrà essere l’impostazione complessiva della nuova struttura tecnica: lavorare come una unica squadra, nella quale ogni tecnico porta la propria esperienza e conoscenze per un obiettivo comune. Del resto l’elemento di discontinuità rispetto al passato è dato proprio dall’aver strutturato il gruppo dei tecnici in modo tale che non esistessero più compartimenti separati. Alla base di questa volontà c’è, prima di tutto, il principio della condivisione.

Proprio in nome della condivisione, si è svolta da lunedì a mercoledì scorsi, a Cambiago, la 3 giorni di meeting dei tecnici della Federciclismo.  «Se devo riassumere quanto fatto – ha commentato al termine il presidente Dagnoni – penso a tre concetti: workshop, brainstorming e team building. Come Federciclismo abbiamo messo a disposizione tutti gli strumenti possibili. Vogliamo che i nostri tecnici, e di conseguenza gli atleti, siano messi nelle migliori condizioni per raggiungere gli obiettivi».

Si è trattato di un importante momento di pianificazione del lavoro 2022, in cui sono state stabilite le linee guida, stilati i programmi ed effettuato una serie di approfondimenti.

Roberto Amadio, team manager, ha ideato l’evento, coordinando poi i lavori che hanno visto il focus su argomenti come calendari, logistica, amministrazione, comunicazione, psicologia e prodotti tecnici: «Abbiamo avuto 3 giornate intense e costruttive dove sono intervenute circa 50 persone, tra preparatori, collaboratori e tecnici delle 16 differenti discipline. La presenza dei vari staff ha permesso di delineare una prima programmazione della stagione, sia dal punto di vista tecnico che logistico. Particolare attenzione è stata posta al tema della preparazione con l’implementazione di nuove tecnologie e metodologie di allenamento, insieme all’analisi dei punti di forza e di debolezza della nostra federazione. L’obiettivo è di alzare sempre di più il livello delle performance. Questi giorni sono stati un’opportunità per spiegare tutti la complessità della macchina federale».

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta