Dopo i Campionati Italiani Junior e Under svoltisi lo scorso mese, tornano a Milano i Campionati Italiani Assoluti e Para-Badminton Decathlon Perfly 2021 che vedranno protagonisti sui sei campi del PalaBadminton, 138 atleti provenienti da 41 club e 12 diverse regioni (Alto Adige, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Sardegna, Sicilia e Veneto).

La compagine più numerosa si conferma l’ASV Malles con 15 atleti partecipanti, mentre la regione con più presenza sia in termine di club che di atleti è la Lombardia (11 Club e 45 atleti).

Nel singolare maschile i favoriti della vigilia appaiono Enrico Baroni (GSA Chiari), Fabio Caponio (CS Aeronautica Militare) e Giovanni Toti (CS Esercito). Tante le insidie che i tre azzurri potrebbero incontrare sul loro cammino dalla testa di serie numero 2 Giorgio Gozzini (GSA Chiari) al vincitore dell’ultimo Super Series Marco Mondavio (SSV Bozen) senza dimenticare i giovanissimi Alessandro Gozzini (GSA Chiari) e Luca Zhou (ASV Malles).

Nel singolare femminile la lotta sembra tutta altoatesina con le bolzanine Katharina Fink e Yasmine Hamza (SSV Bozen), campionesse nelle ultime due edizioni, che cercheranno di replicare Judith Mair (ASV Malles) permettendo. Papabili di medaglia e da temere per il titolo anche Chiara Passeri (GSA Chiari), Emma Piccinin (BC Milano) e Gianna Stiglich (GS Fiamme Oro).

Nel doppio maschile ai blocchi di partenza appaiono avvantaggiate tre coppie: Gianmarco Bailetti e David Salutt (BC Milano/SC Meran), Fabio Caponio/Giovanni Toti e Giovanni Greco/Kevin Strobl (GS Fiamme Oro/CS Aeronautica), ma certamente bisognerà prendere in considerazione anche il campione uscente Rosario Maddaloni (MaraBadminton) in coppia con Matteo Massetti (GSA Chiari), Giacomo Battaglino/Giorgio Gozzini (Acqui Badminton/GSA Chiari) e Lukas Osele/Tonni Zhou (ASV Malles).

Nel doppio femminile Judith Mair proverà a confermare il titolo conquistato nel 2019 e  al suo fianco questa volta avrà Martina Corsini (BC Milano); le principali rivali nella corsa dell’altoatesina, così come nel singolare femminile, anche nel doppio sono Fink/Hamza. Da tenere sott’occhio anche Lucia Aceti e Chiara Passeri (GSA Chiari) e Emma Piccinin e Rebecca Tognetti (BC Milano/Junior BC Milano).

David Salutt con Chiara Passeri e Gianmarco Bailetti insieme a Martina Corsini sembrano essere le coppie favorite nel doppio misto, in un tabellone però che pare poter riservare molte sorprese appaiono tante anche le insidie rappresentate principalmente da: Baroni/Piccinin, Massetti/Mair, Gozzini/Aceti; Strobl/Punter e Greco/Stiglich.

Per quanto riguarda il Para-Badminton, nel singolare maschile WH1 Vincenzo Contemi (Pol Masi) e Pasquale Barriera (GSPD) sono i favoriti per il titolo, mentre nel WH2 Yuri Ferrigno (BC Milano) dovrà vedersela con Roberto Punzo e Piero Rosario Suma (GSPD). Ferrigno parte con il favore del pronostico anche nel doppio maschile dove assieme a Punzo dovrà fare attenzione dalla coppia  Suma/Barriera.

Tra gli standing lotta tutta campana nella categoria SH6 con Berardino Lo Chiatto (BC Celeste) che se la vedrà con il compagno di club Marco Taurasi. Tommaso Libertini (Genova BC) cercherà invece di conquistare nuovamente il titolo SL4; i suoi opponenti saranno Mattia Miotto (Padova Badminton) e Andrea Pileri (Diversamente Sport).

I Campionati Italiani Assoluti e Para-Badminton Decathlon Perfly 2021 si svolgeranno con il Patrocinio del CONI, del CIP, del Comune di Milano, della Città Metropolitana di Milano, della Regione Lombardia e con il supporto di Lab 3.11 (fornitore di carrozzine per il Para-Badminton), di Decathlon Perfly (sponsor tecnico), di Eleven Sport, dell’Istituto per il Credito Sportivo, di ActionAid, di Fondazione Sport City e di Sport Senza Frontiere Onlus.

Tutte le partite saranno in diretta streaming sul canale Federale Youtube mentre un campo sarà sempre in diretta Facebook.

Programma delle Gare
Venerdì 19 Novembre ore 09.00-20.00
Sabato 20 Novembre ore 09.00-20.00
Domenica 21 Novembre ore 09.00-13.00 (Finali)

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta