68^ GP Liberazione: vittoria o sconfitta?

68^ GP Liberazione: vittoria o sconfitta?

logo_primavera_ciclIl comunicato stampa della Primavera Ciclistica lo dice chiaramente: “Il GP Liberazione ha la scorza dura: non molla, conferma il circuito tradizionale delle Terme di Caracalla, rilancia e si presenta al prossimo 25 aprile con tre novità. Al fianco della storica corsa, nata nel 1946, una cronometro a inviti per cicloamatori e una pedalata cicloturistica.
E’ una bella notizia per il mondo del ciclismo in generale e quello dilettantistico in particolare. Il Mondiale di Primavera per i dilettanti torna per la sua 68^ edizione più forte che mai, puntando decisamente sul coinvolgimento del mondo amatoriale. Dal punto di vista agonistico sono già 36 squadre, tra i migliori club italiani e le rappresentative nazionali, che hanno confermato la propria presenza. Si parte alle 10, sul tradizionale percorso delle Terme di Caracalla, il 25 aprile, data simbolo per l’Italia laica, sportiva e non. Proprio questa forte caratterizzazione politica, in passato, ha creato non pochi problemi alla corsa che, finché è esista la guerra fredda, forte dei legami del PCI con l’Est europeo, si poteva permettere di allineare al via i tanti corridori dilettanti-forti-come-professionisti, dal grande Sukhoruchenkov in giù. Caduto il muro, in piena revisione storica e con la scomparsa del partito classico, la corsa non ha vissuto anni facili e pare, in questo mesi, di essere riuscita a trovare risorse ed energie per continuare. Desta un po’ di perplessità la versione “amatoriale”, crono e pedalata ciclopasseggiata, soprattutto perché sotto l’egida del CSI (Centro Sportivo Italiano), ente di promozione sportiva che, come tutti gli Enti, ha una caratterizzazione politica ben definita e “opposta” a quella dei creatori originali del Liberazione. Segno dei tempi?
Che la destra abbia finalmente accettato la memoria condivisa della Liberazione dall’occupazione nazista e dal fascismo come un valore fondante della nostra Repubblica, oppure una più prosaica necessità.. per “tirare a campare”?

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.