A Parigi iniziano oggi i Campionati del Mondo di Arrampicata

A Parigi iniziano oggi i Campionati del Mondo di Arrampicata

Sono iniziati oggi con le qualificazioni i Campionati del Mondo di Arrampicata. I primi, da quando sono stati istituiti, in anni pari, ad un anno di distanza da quelli di Arco. Il motivo per cui la Federazione Internazionale ha anticipato lo svolgimento dell’appuntamento rispetto alla tradizionale scadenza di 2 anni tradisce la dichiarata ambizione del movimento di puntare decisamente alle Olimpiadi. La speranza è quella di riuscire ad alternare, sempre ogni 2 anni, appuntamento olimpico a mondiali, concretizzando così un calendario che avrebbe questa fisionomia: mondiali ogni 2 anni tranne in occasione delle Olimpiadi, continentali alternati ai mondiali, mondiali giovanili ogni anno.
Se l’Arrampicata sportiva entrerà nel programma olimpico lo sapremo a settembre del 2013, in occasione della sessione CIO che deciderà anche la sede dei Giochi 2020. I vertici della Federazione internazionale (IFSC) hanno scommesso molto della loro credibilità su questo obiettivo e c’è da dire che finora sono riusciti a portare a casa importanti successi. L’ultimo, in ordine di tempo, è l’inserimento di questo sport nella short list degli sport che concorrono per entrare nel programma dei Giochi. Ma non si può dimenticare anche il riconoscimento definitivo da parte del CIO della giovane IFSC, nata nel 2007, entrata nel 2009 nel CIO e a titolo definitivo 2 anni dopo. Una marcia trionfale che adesso attende il passaggio più delicato.
Intanto all’attenzione generale si stagliano questi mondiali che sperano di regalare lo stesso spettacolo ed emozioni di quelli di Arco (Tn) dello scorso anno. La speranza di del movimento è quella di smuovere i burocrati del CIO, mettendo in piedi due importanti mondiali: il primo (Arco) in quella che universalmente viene considerata la capitale mondiale di questo sport, per tradizione e blasone (e importanza della manifestazione che ogni anno viene realizzata, il rockmaster); il secondo in una delle metropoli più importanti e affascinanti dell’occidente, capitale anche di uno dei movimento arrampicatori (quello francese), all’avanguardia e numeroso (vedi presentazione dell’evento).
Dal punto di vista tecnico questi mondiali ci dovranno dire diverse cose: se i russi sono ancora gli atleti da battere (lo scorso anno dominarono boulder e speed), se Adam Ondra ha fatto bene quest’anno a concentrarsi soltanto sulla falesia, snobbando l’attività agonistica, se gli atleti austriaci sono in grando di confermare quanto fatto vedere in occasione delle prove di Coppa del Mondo.
Dal punto di vista italiano, la squadra azzurra è alle prese con un difficile ricambio generazionale. A Parigi sono presenti atleti collaudati come Jenny Lavarda e Lucas Preti, che hanno puntato decisamente su questo appuntamento per la stagione in corse, e giovani speranza, come Stefano Ghisolfi e Leonardo Gontero. Finora a questo momento le migliori notizie sono venute proprio da questi ultimi due atleti, entrambi piemontesi e giovanissimi. Stefano Ghisolfi ha conquista una finale nella prova di Coppa del Mondo di Briancon. Dopo di allora non ha lasciato segni apprezzabili, anche se è stato sempre il miglior azzurro in classifica. Leonardo Gontero arriva a questi mondiali sulla scia di una stagione, per ora, da ricordare. Già campione del mondo tra i giovani, Leonardo all’inizio dell’anno ha coperto la distanza con uno “stratosferico” 6″57, nella prima prova di Coppa Europa ad Edimburgo; a pochi giorni dal mondiale l’atleta azzurro ha poi vinto la sua prima prova di Coppa del Mondo, ad Arco, al cospetto dei migliori atleti in circolazione.
AU
IL PROGRAMMA GARE – Si partirà subito forte, con le qualifiche maschili del Boulder dalle ore 9.00 alle 18.00, mentre dalle 12.00 alle 18.00 sarà il turno delle donne della Lead, e dalle ore 10.00 alle 16.00 quello del Paraclimb.
Giovedì Boulder femminile dalle ore 12.00 alle 18.00, mentre dalle 9.00 alle 18.00 Lead maschile e alle ore 10.00 fino alle 16.00 spazio nuovamente al Paraclimb.
Venerdì si aprirà la giornata alle ore 10.00 con la semifinale maschile Boulder e, alla stessa ora, anche quella femminile Lead. Nel pomeriggio, dalle 14.00 alle 18.00, andranno in scena le qualifiche Speed mentre alle 14.00 via alla finale del Paraclimb. Sabato 15 ancora semifinali: alle ore 10.00 sia femminili Boulder che maschili Lead.
Nel pomeriggio finale maschile Boulder alle 18.30 e Paraclimb alle ore 20.00. In serata alle ore 21.15 finale femminile Lead e alle 22.15 chiuderà la giornata la finale Speed, sempre femminile.
Domenica ultimo giorno di gare, alle 13.00 le finali donne Boulder, alle 14.30 ancora Paraclimb e alle 15.45 finali maschili Lead per chiudere con l’ultima gara del Mondiale, la finale maschili Speed alle ore 16.45.

Il Ct Marco Ronchi ha convocato i seguenti atleti:
Lead Femminile: Jenny Lavarda (Gruppo Sportivo Forestale)
Boulder Femminile: Jenny Lavarda (Gruppo Sportivo Forestale)
Speed Femminile: Jenny Lavarda (Gruppo Sportivo Forestale)
Lead Maschile: Francesco Vettorata (X-Fighter Team), Silvio Reffo (Sasp Torino), Stefano Ghisolfi (Fiamme Oro Polizia di Stato Moena)
Boulder Maschile: Lucas Preti (Roc Palace Brescia), Stefano Ghisolfi (Fiamme Oro Polizia di Stato Moena)
Speed Maschile: Leonardo Gontero (B-Side Torino), Stefano Ghisolfi (Fiamme Oro Polizia di Stato Moena)

Di seguito i convocati del Paraclimb:
Woman Visual impairment: Giulia Poggioli (Cus Bologna), Silvia Parente (Adrenaline Cornardo)
Woman Physical Disability: Silvia Dal Prà (Welcome Bologna)
Men arthritis + neurological Pd: Matteo Alberghini (Welcome Bologna), Alessio Cornamusini  (Gruppo Lasco Castelfiorentino), Lorenzo Major(Welcome Bologna)
Men Visual Impairment B1: Matteo Stefani (Cus Bologna)
Men Visual Impairment B2: Simone Salvagnin (El Maneton Schio)

Abbonati qui a Express VPN, ottieni il 30% di sconto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.