A Rimini, durante lo SportsDays la Fip organizza il primo Mondiale di 3 contro 3 (9-11 settembre)

Tre, come gli astronauti che il 20 luglio 1969 misero piede per la prima volta in un pianeta che non fosse la Terra.
Tre, come i secondi dopo i quali l’attaccante deve prendere una decisione e muoversi dall’area.
Tre, appunto…
C’è un mix di spirito pioneristico, intuizione, lungimiranza, senso dell’avventura, ingovernabile necessità di movimento e desiderio di innovazione, nella scelta della Federazione Italiana Pallacanestro di supportare l’ambizioso progetto di Fiba con l’organizzazione del primo evento su scala mondiale della nuova frontiera della pallacanestro, il tre contro tre.
In occasione di Sports Days, la prima fiera nazionale dedicata allo sport che si terrà a Rimini dal 9 all’11 settembre 2011, la FIBA presenta infatti la prima edizione dal Mondiale Under 18 di Basket 3 contro 3 grazie all’organizzazione della Fip, che in questo modo intende rinverdire il grande successo della pallacanestro di “strada” ottenuto in Italia negli anni ’90.
Attraverso questo progetto, che vede l’Italia come primo Paese ad ospitare un’edizione dei Mondiali 3on3, la FIBA intende promuovere la disciplina a livello internazionale partendo dagli Under 18, con l’obiettivo di trasformarla in sport olimpico dal 2016 o al più tardi dal 2020. Nel 2012, infatti, partirà un tour itinerante di tornei su scala mondiale che daranno vita a un ranking individuale comparabile a quello che dell’ATP per il tennis: a conclusione del Tour si terranno le Finali in eventi organizzati nei cinque continenti, il Mondiale di Rimini per Fiba rappresenta un’Area Test più che attendibile.
Confermata la presenza di 60 delegazioni di 40 Paesi, composte da quattro atleti e un accompagnatore. Le squadre si sfideranno sugli otto campi allestiti all’interno di Sports Days presso la Basketball Arena. Il torneo maschile prevede 36 squadre, quello femminile 24. L’Italia ha iscritto entrambe le formazioni selezionando gli atleti nella categoria della Squadre Nazionali di riferimento.
Attraverso l’organizzazione di questo Mondiale, la FIP intende creare le aspettative necessarie per lanciare attraverso il 3on3 un’operazione di immagine e di recruiting, proponendo la pallacanestro in ambienti urbani, spesso alternativi e complementari alla normale attività didattica, con lo scopo di allargare il perimetro della propria azione e di coinvolgere target giovanili attraverso una pratica sportiva più snella, moderna e coinvolgente. A livello giovanile la Federazione patrocina da anni tornei nazionali come “Join The Game” e “Basket3”.
La FIP è presente a Sports Days anche con altre iniziative: uno stand istituzionale verrà allestito nella Galleria dello Sport, “Basket Story On Tour” chiuderà a Rimini il tour itinerante della Mostra-Museo durato 4 mesi e il “Junior Basket Village” proporrà in collaborazione con Warner Bros. animazione gratuita e attività promozionali per i più piccoli dai 5 ai 12 anni.
Prima edizione anche per Sports Days, l’innovativo format di fiera nato dall’accordo tra Coni Servizi e Rimini Fiera, che coinvolgerà la famiglia italiana dello sport e si rivolgerà sia alle aziende che al pubblico, offrendo allo stesso tempo uno spazio di visibilità per gli organismi sportivi e un momento di intrattenimento per appassionati e praticanti.
La Federazione Italiana Pallacanestro ti aspetta presso il padiglione C1 alla Fiera di Rimini. (com stampa)

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.