Accademia Nazionale Ivan Francescato: i 37 che hanno detto si

Reso noto l'elenco dei nati negli anni 1999 e 2000 che faranno parte dell'Accademia Nazionale.

Accademia Nazionale Ivan Francescato: i 37 che hanno detto si

Roma – La Federazione Italiana Rugby ha ufficializzato la lista dei trentasette atleti selezionati per l’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” per la stagione 2018/2019. Si tratta, è bene ricordarlo, non dei migliori atleti di questa età, ma quelli che hanno accettato di andare a vivere per due anni a Remedello. Ricordiamo infatti che la località bresciana di circa 3000 anime è stata scelta dalla FIR quando è stata costretta ad abbandonare Parma, per i costi “insostenibili” del convitto Maria Luigia che ospitava l’Accademia. La scelta di spostarsi nel “profondo Nord”, in una località di nessun appeal per tradizione culturale e scolastica non ha facilitato la FIR a trovare atleti disposti a lasciare i club di appartenenza e la vita di tutti i giorni (soprattutto nelle grandi città). Anche perché, se guardiamo i convocati dell’ultima trasferta in Giappone, gli azzurri che provengono dall’Accademia sono un numero fortemente ridotto. A dimostrazione che il sistema delle accademie non assicura alcuna crescita tecnica. Forse proprio questo è uno dei punti dolenti del rugby italiano nonostante la FIR continui ad affermare, nel comunicato stampa che “l’Accademia Nazionale Ivan Francescato costituisce una tappa cruciale del progetto tecnico federale, facendo confluire al proprio interno i migliori atleti di categoria provenienti dai quattro Centri di Formazione Permanente o dal percorso presso i propri Club di appartenenza“.

Conferma di questo si evince anche dall’elenco dei nuovi arrivati: solo tre provengono dal Valsugana, vincitore del campionato di categoria, nessuno dalla Capitolina (seconda e per quattro anni in finale). In compenso vi sono una vagonata di giocatori toscani, provenienti da formazioni che hanno ampiamente dimostrato di non essere all’altezza delle prime a livello nazionale.

Riservata agli atleti U19/U20, l’Accademia Nazionale intitolata a uno dei grandi Azzurri degli Anni ’90, prematuramente scomparso, avrà sede per la seconda stagione presso il Convitto Bonsignori “Padre Piamarta” di Remedello, in provincia di Brescia.

L’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” parteciperà, anche per la stagione 2018/19, al Campionato Italiano di Serie A.

Questi i trentasette atleti che hanno accettato di far parte dell’Accademia Nazionale:

Filippo ALONGI (I Titani)
Albert Einstein BATISTA (Rugby Etruschi Livorno 1995)
Giulio BERTACCINI (Amatori Parma Rugby)
Michelangelo BIENTINESI (Rugby Emergenti Cecina) – confermato
Marco BONANNI (Florentia Rugby) – confermato
Marco BUTTURINI (Modena Rugby 1965) – confermato
Riccardo CAPONE (Gran Sasso Rugby)
Pietro CUCINOTTA (Fiamme Oro Rugby)
Matteo DRUDI (Frascati Rugby Club 2015)
Giacomo FLORIO (Arvalia Villa Pamphili Roma)
Luca FRANCESCHETTO (Rugby Vicenza) – confermato
Alessandro FUSCO (Rugby Napoli Afragola) – confermato
Paolo GARBISI (Mogliano Rugby)
Tommaso GEMMA (Rugby Colorno 1975) – confermato
Ratko JELIC (Pesaro Rugby)
Leon Scott LAWRENCE (Cavalieri Union R. Prato Sesto)
Gianmarco LUCCHESI (Lions Amaranto)
Andrej MARINELLO (Ruggers Tarvisium) – confermato
Edoardo MASTANDREA (Valsugana Padova)
Angelo MAURIZI (Polisportiva L’Aquila Rugby)
Michael MBA (Rugby Casale)
Lorenzo MICHELINI (Biella Rugby)
Federico MORI (Rugby Etruschi Livorno 1995)
Matteo MOSCARDI (FEMI-CZ Rovigo)
Michele PERUZZO (Valsugana Rugby Padova)
Tommaso POZZEBON (Iniziative Rugby Villorba)
Lorenzo ROMANO (Pro Recco Rugby)
Tomas Conrado ROSARIO (Montebelluna Rugby)
Davide RUGGERI (Rugby Como) – confermato
Paolo STEOLO (Lafert San Donà)
Nicolae Cristian STOIAN (Rugby Anzio) – confermato
Niccolò TADDIA (FEMI-CZ Rovigo) – confermato
Jacopo TRULLA (Valsugana Rugby Padova)
Andrea ZAMBONIN (Rugby Vicenza)
Sebastien ZARIDZE (Unione Rugby Capitolina) – confermato
Mattia ZECCHINI (Romagna R.F.C.)
Manuel ZULIANI (Rugby Paese)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.