Acropolis Eurobank Tournament: l’Italia batte la Bosnia, ma perde i pezzi

Acropolis Eurobank Tournament: l’Italia batte la Bosnia, ma perde i pezzi

L’Italia batte la Bosnia Erzegovina 73-62 all’Acropolis Eurobank Tournament con la rabbia di chi ha perso un altro importante giocatore sulla strada dell’Europeo. La tegola si abbatte sull’Italia poco più di un’ora prima della partita con la Bosnia Erzegovina: il capitano Stefano Mancinelli non potrà partecipare all’EuroBasket. Non lo permettono i tempi di recupero dalla distrazione muscolare di secondo grado del gemello mediale della gamba destra patita ieri sera nella partita contro la Litunia. E’ un triste rosario per l’Italia: dopo Danilo Gallinari, Daniel Hackett e Andrea Bargnani, la Nazionale di basket perde anche il Capitano. Ed comprensibile il clima di frustrazione e di rabbia che pervade l’ambiente.
Mancio stava recuperando la forma dopo un anno in cui non aveva giocato molto – afferma il ct Simone Pianigiani – è l’ennesima mazzata di un’estate maledetta. Prima della gara, negli spogliatoi ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti: ‘Dai proviamoci!’ Ed è venuta fuori una gara con una buona costanza difensiva anche se poi abbiamo pagato in attacco per la minore fluidità
La buona notizia, invece, è il rientro di Gigi Datome che si era infortunato in Belgio. “Gigi – continua Pianigiani – aveva espresso il desiderio di esserci per qualche minuto. Ha giocato più di qualche minuto e la sua è stata una grande presenza soprattutto dal punto di vista mentale. La nostra voglia di vincere si è vista soprattutto nel finale e questa volta le nostra difesa ha inciso sulle loro percentuali di tiro. Siamo stati più bravi a costruire i nostri di tiri. Abbiamo speso tanto in questi due giorni, non so domaniconclude Pianigiani-con quali forse affronteremo la Grecia. Staremo a vedere.”
Datome dimostra tutta la propria generosità e la voglia di giocare segnando 5 punti (fra cui una tripla) nei primi 5 minuti (10-3). A fine gara saranno 7 in 17 minuti di gioco. La Bosnia Erzegovina è sicuramente una squadra atipica, ma anche tanto combattiva. Ruota intorno a Mirza Teletovic e il passaportato Zack Wright e se da un lato corre tanto, dall’altro ricorre alle tattiche: sotto di 10 (28-18 al 15′) mette in piedi una zona 3-2 che ci fa penare e li fa recuperare fino sette punti (28-25) finché una tripla di Marco Belinelli e un canestro da sotto, nel cuore della zona, di Angelo Gigli, non la fanno saltare (33-27).
L’Italia priva di Mancinelli cerca una nuova identità, l’ennesima, anche se i piccoli, come già visto in precedenza, a giocare insieme sono quattro (stasera anche i due play Travis Diener  ed Andrea Cinciarini) con Gigli, Cusin e Melli che si alternano in centro. Aradori e Cinciarini attaccano in continuazione il canestro bosniaco, Luca Vitali si sacrifica a giocare in tre ruoli e solo qualche disattenzione di troppo non ci permette di chiudere il secondo quarto con un maggior vantaggio.
La discontinuità ci frena anche nel terzo quarto che inizia bene con sette punti consecutivi di Belinelli (42-34) a cui segue un 4-14 a favore dei Bosniaci (49-51 al 29′) che sicuramente producono di più quando il gioco è più istintivo, veloce e lasciato alle azioni individuali. Teletovic porta la Bosnia a +6 (49-55), replicano Cinciarini e Diener e il terzo quarto si chiude 54-55.
La difesa azzurra si afferma definitivamente negli ultimi 5 minuti, recuperando 4 palloni consecutivi e realizzando un parziale di 10-0 (66-61). Cusin, aiutato dai compagni, prende rimbalzi e segna punti importanti insieme a Cinciarini e a Belinelli che realizza un gioco da 4 punti appena rientrato. L’Italia chiude controllando con i canestri di Aradori e Cinciarini.
Giovedì, nella terza giornata dell’Akropolis Eurobank Tournament l’Italia gioca alle 20,00 (ora italiana con la Grecia).

Italia-Bosnia Erzegovina 73-62 (18-14, 35-29, 54-55)
Italia. Poeta (0/1 da tre), Melli 1 (0/1 da tre), Vitali 5 (1/3, 1/1), Cusin* 4 (2/7), Datome* 7 (2/7, 1/ 2), Diener 10 (2/3, 2/3), Gigli 2 (1/1), Rosselli (0/2 da tre), Cinciarini 15 (5/8, 1/2), Belinelli 14 (1/ 4, 3/11), Gentile, Aradori 15 (5/10, 1/ 2). Allenatore Simone Pianigiani, assistenti Luca Dalmonte e Mario Fioretti
Bosnia Erzegovina. Pasalic (0/1, 0/1), Masic 1 (0/1 da tre), Sutalo 12 (1/1, 3/7), Wright 16 (8/11), Bavcic 3 (0/2, 1/ 4), Gordic 10 (3/7, 1/1), Kikanovic 8 (2/7), Teletovic 10 (3/10, 0/5), Persic, Dedovic 2 (1 /2, 0/1), Sinanovic (0/2). Allenatore Alexander Petrovic.

Note
Arbitri. Sdran Dozai (Cro), Elias Koromilas (Gre), Ademir Zurapovic (BIH)
Tiri. T2: Ita 19/43, Bih 18/43; T3: Ita 9/25, Bih 5/20; TL: Ita 8/9, Bih 11/14. Rimbalzi. Ita 43 (Cusin 8) , Bih 38 (Bavcic e Kikanovic 6). Assist. Ita 12 (Belinelli 3), Bih 9.

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.