Basket femminile, Albania Italia 40-86 e Europei ad un passo

Quarto successo consecutivo delle azzurre di Capobianco che, complice la sconfitta del Montenegro, "vedono" la qualificazione alla fase finale del campionato continentale.

Basket femminile, Albania Italia 40-86 e Europei ad un passo

Missione compiuta. Nel quarto impegno delle qualificazioni all’Europeo 2017 che si giocherà in Repubblica Ceca, l’Italia ha sconfitto l’Albania a Tirana 40-86 e ha così mantenuto l’imbattibilità e il primato solitario nel gruppo C, dopo i successi ottenuti in precedenza con Gran Bretagna e Montenegro. In serata poi arriva la buona notizia da Manchester, dove la Gran Bretagna supera 71-67 il Montenegro, aumentando così il distacco delle azzurre sulle dirette inseguitrici. A novembre, quando si tornerà a giocare per le qualificazioni agli Europei, l’Italia avrà la ghiotta occasione di chiudere con un turno di anticipo i giochi, giocando in casa contro la Gran Bretagna, già battuta all’andata. Un successo, infatti, assicurerebbe il primo posto nel girone e la qualificazione. L’appuntamento è quindi per il 19 novembre.

Avevo chiesto alle ragazze attenzione e aggressività – ha commentato coach Capobianco – e ho ottenuto le risposte che attendevo. Abbiamo allungato la difesa già dai primi possessi, recuperando così palloni che ci hanno permesso di prendere il comando e di mettere al sicuro il risultato nel primo tempo. Col passare dei minuti l’intensità non è calata e questa per quanto mi riguarda è la notizia più positiva. A novembre ci attendono altre due partite durissime con Gran Bretagna e Montenegro, le affronteremo consapevoli della nostra crescita e da una posizione di classifica che al momento ci sorride”.

A Tirana l’Italia (Dotto, Gorini, Masciadri, Macchi e Ress il quintetto di partenza) ha approcciato una partita sulla carta piuttosto agevole con la giusta attenzione: la pressione a tutto campo ci ha permesso di allungare sul 19-8 sul finire del primo quarto e quando l’Albania è tornata a -9 (18-27) è arrivata un’altra accelerazione delle Azzurre per il 18-37 che ha incanalato decisamente la gara dalla nostra parte. All’intervallo lungo si è andati sul 24-46 dopo un paio di canestri di Bestagno, nel secondo tempo l’Italia ha continuato a tenere il campo con giudizio e personalità, senza concedersi cali di tensione: di Zandalasini la fiammata che sul finire del terzo quarto ci ha portato sul 28-65, Consolini ha fissato il risultato sul 30-68 sulla sirena del terzo periodo. Nel finale l’Italia ha continuato ad allungare sfruttando la buona vena offensiva di Sottana fino al 40-86.

Giorgia Sottana con 14 punti è stata la migliore marcatrice della partita (Zandalasini 13, Bestagno 12), Andrea Capobianco ha utilizzato rotazioni molto ampie concedendo minuti e responsabilità a tutte le Azzurre.

Di ritorno da Tirana, coach Andrea Capobianco ha voluto tracciare un bilancio di questi mesi, i suoi primi sulla panchina della Nazionale Femminile.  Il bilancio non può che essere positivo per i risultati ottenuti e per la qualità del lavoro che abbiamo svolto nel corso dei due raduni. Tutte le ragazze e tutti i componenti dello staff hanno messo un mattone in questa costruzione, che finora ci ha dato grandi soddisfazioni. In Albania, nonostante ci attendesse una partita semplice e pure in condizioni climatico-logistiche non semplici, abbiamo lanciato il messaggio giusto: l’impegno in campo è stato totale, dal primo all’ultimo possesso di una gara che abbiamo messo in sicurezza dopo pochi minuti. E’ questa la mentalità che avevo chiesto a staff e squadra, da novembre a oggi siamo cresciuti sotto tutti i punti di vista: in difesa i progressi sono stati evidenti, in attacco i pochi giorni di lavoro a nostra disposizione non ci hanno permesso di trovare fluidità spalmata nei 40 minuti. A Tirana abbiamo gestito al meglio i minutaggi tenendo conto di tutti i particolari, l’integrazione dell’Area tecnica con quella medica e fisioterapica è stata quotidiana e particolarmente efficace. Ho respirato positività all’interno del gruppo sia a Lucca che a Schio, dove peraltro abbiamo trovato ospitalità, attenzione alle nostre esigenze e migliaia di tifosi: ripartiamo a novembre per le ultime due partite, sapendo che un successo sulla Gran Bretagna ci aprirebbe le porte dell’Europeo da primi in classifica del girone. Chiudo con un ulteriore ringraziamento a squadra e staff per la professionalità con la quale si sono calati in questa esperienza: se in queste 4 partite vinte siamo stati capaci di emozionarci e di emozionare il merito deve essere condiviso tra tutti. D’altra parte quando si veste la Maglia Azzurra non può che essere così”.

Albania-Italia 40-86 (8-19; 24-46; 30-68)

Albania: Zykaj 12 (0/4, 3/9), Lalaj (0/1), Goni 2 (1/2), E. Bujari 13 (2/4, 3/8), G. Bujari 2 (1/4), Papa ne, Alaj (0/4), Dashja (0/1), Xhamaj 2 (0/6), Mehmet ne, Qypi 2 (1/1, 0/1), Myrto 7 (2/5, 1/1). 

Coach: Erdal Borova.

Italia: Consolini 4 (0/1, 1/2), Sottana 14 (3/6, 2/5), Gatti 5 (2/2, 0/2), Dotto 6 (3/5, 0/1), Masciadri 2 (1/1, 0/1), Zandalasini 13 (6/8, 0/1), Nadalin 7 (3/6), Gorini 7 (3/4), Bestagno 12 (5/6, 0/1), Ress 8 (3/4, 0/1), Tagliamento, Macchi 8 (2/2, 1/3).

Coach: Andrea Capobianco

La situazione Girone C

La classifica: Italia 4-0, Montenegro 2-2; Gran Bretagna 2-2, Albania 0-4.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.