Altre due barche femminili in finale ai Mondiali Junior di Eton

Anche il quattro senza ed il quattro di coppia femminile staccano il biglietto per la finale a Eton, Elena Coletti vince il proprio recupero e vola in semifinale. Prosegue in modo positivo l’avventura della Nazionale Junior ai Mondiali, Nazionale che a due giorni dalla fine della competizione conta già cinque barche in finale (anche due senza femminile, quattro con e otto maschile) e due in semifinale (anche il quattro di coppia maschile).

Il quattro senza femminile (Ludovica Lucidi, Sara Magnaghi, Sandra Celoni, Beatrice Arcangiolini) riscatta l’opaca prova in batteria e si piazza secondo nel recupero alle spalle della Germania. Prima per oltre 1000 metri grazie a un’ottima partenza ed a un buon ritmo, accusa un po’ la fatica nella seconda parte del percorso dove, però, si riprende e nelle ultime 30 palate riesce ad eliminare la temibile Australia. Domani in finale, alle 15:50 (le 14:50 a Eton), troverà anche Canada, Gran Bretagna, Stati Uniti e Nuova Zelanda.

Il quattro di coppia femminile (Carmela Pappalardo, Silvia De Matteis, Chiara Ondoli, Cecilia Bellati) accede all’ultimo round della competizione dopo un’intelligente semifinale. Sempre seconde, tra i 1000 ed 1500 si lasciano sfuggire la Germania ma controllano agevolmente Svizzera e Australia, rispettivamente quarta e quinta. Negli ultimi 250 metri il sorpasso degli Stati Uniti non sminuisce l’ottima prova di un equipaggio giovane ed affiatato che domani, alle ore 17 (le 16 a Eton), se la vedrà anche con Olanda, Bielorussia e Romania.

Brava anche Elena Coletti, assoluta padrona del recupero del singolo femminile vinto con grande facilità. Adesso un nuovo probante banco di prova per la vicecampionessa mondiale uscente nel doppio sarà rappresentato dalla semifinale di domani pomeriggio, ore 15:18, contro Belgio, Bulgaria, Irlanda, Giappone e Lettonia. A tentare l’accesso alla finale, dalla corsia 4 alle 15:06, sarà anche il quattro di coppia maschile (Marco Chiodelli Palazzoli, Luca Rambaldi, Marco Ferracci, Marco Calamaro) insieme ad Austria, Romania, Nuova Zelanda, Australia e Repubblica Ceca.

Altri tre armi azzurri gareggeranno domani in finale. Alle 16 il quattro con (Nicholas Brezzi, Mario Cuomo, Federico Duchich, Vincenzo Abbagnale, Dario Favilli) sfiderà Gran Bretagna, Germania, Nuova Zelanda, Australia e Ucraina partendo dall’acqua 4 dopo il successo in batteria di ieri. Venti minuti dopo toccherà alle sorelle Serena e Giorgia Lo Bue nel due senza donne: acqua 3 per loro dopo il miglior tempo nelle qualificazioni di ieri ed avversarie Stati Uniti, Francia, Grecia, Romania e Germania. Alle 17:20 l’otto italiano (Guglielmo Carcano, Marco Marcelli, Bernardo Nannini, Leone Barbaro, Giovanni Abagnale, Pietro Zileri, Matteo Lodo, Giuseppe Vicino, tim. Enrico D’Aniello) troverà Spagna, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti e Repubblica Ceca. (com stampa)

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.