Seconda giornata di gare e ancora pareggio tra Luna Rossa e New Zealand: 2-2. E se dal punto di vista statistico l’Italia può festeggiare un punto storico in Americans’ Cup (mai arrivati a due vittorie come sfidanti) gli elementi per sorridere sono diversi.

Il primo e più importante è legato alla competitività della barca italiana. E’ evidente che le due imbarcazioni si equivalgono dal punto di vista della velocità. Si conferma il maggior spunto del defender soprattutto con vento sostenuto, ma non tale da mettersi dietro l’avversario quando questo parte avanti.

Perché a nostro avviso il primo vero verdetto di queste due giornate è che la partenza assume un ruolo fondamentale. Nelle quattro race finora disputate, infatti, ha vinto chi è partito avanti. Non c’è stato un sorpasso, indipendentemente dalla forza del vento e dalle condizioni generali di gara.

Insomma diventano sempre più determinanti le capacità dei timonieri di scegliere tempi e traiettorie corrette in fase di avvio.

Nella prima regata nelle fasi di pre-partenza, Luna Rossa riesce a controllare bene l’avversario e portarsi sopravvento, scorrere veloce e attraversare la linea mure a dritta con un timing perfetto. La barca italiana accompagna i kiwi sul boundary sinistro del campo e poi vira andando a proteggere la destra. Da questo momento è una regata gestita con grande controllo, senza mai lasciare andare l’avversario, se non in un paio di occasioni, mai pericolose. Il vantaggio aumenta ad ogni gate, con 10″ al primo, poi 13, 27, 22, 38, per chiudere con 37″.

Nella seconda regata Luna Rossa cerca di ripetere lo schema della prima partenza, ma la barca neozelandese ha uno spunto di velocità in più che le permette di allungarsi di qualche metro e conquistare il vantaggio che mantiene e incrementa per tutti i sei lati del percorso, vincendo la regata di 1’03” di vantaggio.

Domani in programma altre due regate, che dopo l’abbassamento dell’allerta covid 19 a livello 1, consentirà al Race Director di utilizzare anche i campi di regata più vicini alla costa.

Francesco Bruni, timoniere: “La giornata è molto positiva si chiude ancora con un punto a testa. Abbiamo navigato molto bene nella prima regata, con una partenza convincente, mentre nella seconda una partenza discreta non ci ha consentito di rimanere nel bordo mure a dritta. Inoltre abbiamo fatto qualche errore in manovra che non ci ha consentito di mantenere il match aperto. Comunque la giornata è interessante, non vedo l’ora di guardare i dati per capire come possiamo migliorare.”

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta