Anche l’Italia ha la sua BMX Olympic Arena

Anche l’Italia ha la sua BMX Olympic Arena
BMX Olympic Arena Verona

La pista Supercross di Verona vista dalla linea di partenza

E’ stata inaugurata i giorni scorsi a Verona la BMX Olympic Arena a Verona, ovvero la prima pista italiana di BMX per Supercross, un circuito con misure e caratteristiche omologate per le gare di Coppa del Mondo e Mondiali. L’impianto è stato realizzato con il contributo della FCI e del Team BMX Verona, società che da anni opera in questa disciplina che sta conquistando sempre maggiore spazio e  considerazione, facilitata dal fatto di essere da tempo nel programma olimpico.
Presenti alla cerimonia il presidente della Federciclismo, Renato Di Rocco ed il sindaco di Verona, Flavio Tosi insieme all’assessore, Antonio Lella oltre a diverse autorità civili e sportive.
La realizzazione di questo impianto (come è accaduto a suo tempo con il velodromo coperto di Montichiari), rappresenta un importante passo verso la crescita della disciplina anche in Italia. In attesa di un incremento della base di praticanti, infatti, la BMX Olympic Arena di Verona permetterà alla Nazionale Italiana di potersi allenare senza dover per forza andare all’estero per misurarsi con salti e curve che poi si ritrovano nelle prove di Supercross e Mondiali. Perché uno dei problemi maggiori, fino ad oggi, per la Nazionale di Ludovic Laurent (giovane coach dell’Italia di BMX) è stato proprio quello di poter provare (e riprovare) con i propri atleti su circuiti omologati. Il dover andare all’estero ha limitato fortemente l’attività, per evidenti questioni di budget e per altrettanto chiari problemi di carattere organizzativo.

BMX Olympic Arena Supercross Verona

Un momento dell’inaugurazione della pista Supercross di BMX a Verona con il presidente Di Rocco e il sindaco Tosi

Soddisfazione è stata espressa, per questo, dai vertici federali, manifestata dallo stesso Presidente Di Rocco: “L’impianto è una vera eccellenza italiana in grado di ospitare nazioni straniere ed aumentare l’interesse dei più giovani alla disciplina”. La pista potrà ospitare eventi internazionali come prove di Coppa del Mondo, rassegne continentali e iridate.
Come abbiamo scritto all’inizio, la pista di Verona ha misure che rispondono ai canoni internazionali: alta 8 metri e lunga 18, dopo la partenza dai cancelli i bikers effettuano il primo salto per raggiungere il primo dosso su una distanza di 13 metri. Già in attività da circa due mesi, l’impianto è un vero e proprio catalizzatore di giovani che si vogliono affacciare alla disciplina: “Stiamo realizzando l’attività di promozione dell’impianto. In soli due fine settimana abbiamo accolto 350 giovani bikers. I nostri tesserati dallo scorso anno sono raddoppiati: ad oggi sono 180 di cui 120 giovani “New Entry” e ne siamo orgogliosi” – dice il presidente del Team BMX Paolo Fantoni, che sottolinea l’intenzione di realizzare nella zona limitrofa una pista di allenamento per i bimbi della MTB o “Pump Track”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.