Arrampicata: Marcello Bombardi e Giorgia Tesio signori dei blocchi

Si è conclusa la stagione a Torino con la disputa del Campionato Italiano Boulder. Nella combinata successi di Ebner e Biagini.

Arrampicata: Marcello Bombardi e Giorgia Tesio signori dei blocchi

Ultimo atto della stagione del calendario nazionale di arrampicata sportiva con il campionato italiano boulder che si è celebrato a Collegno, sulle pareti dell’Escape Climbing Garden e al quale hanno preso parte circa 90 climbers provenienti da tutta Italia.
Hanno conquistato il titolo Giorgia Tesio (secondo consecutivo) e Marcello Bombardi. La cuneese, tesserata B-Side Torino e classe 2001, si conferma così tra le migliori interpreti della specialità, restando salda sul primo gradino del podio dopo aver vinto l’edizione passata nonché la Coppa Italia Boulder di quest’anno. La conferma che in questa specialità, al momento, non ha grandi avversarie, anche se a livello internazionale ancora stenta a trovare la stessa continuità di risultati.

Dietro di lei è giunta la bolzanina Andrea Ebner, classe ‘96 della AVS Brixen (che si è aggiudicata la classifica Combinata), seguita da Miriam Fogu in terza posizione. Proprio la Tesio, inoltre, si piazza al secondo posto sempre nella Combinata, con la compagna di team Asja Gollo al terzo.
Il modenese Bombardi, classe ’93 e tesserato Centro Sportivo Esercito, strappa invece lo scettro della categoria maschile dalle mani di Michael Piccolruaz e conquista una vittoria meritata, dopo aver chiuso le qualifiche al primo posto, le semifinali al secondo ed esser stato l’unico climber a risolvere 3 problemi in finale. Per Marcello un’altra stagione da incorniciare. Lo scorso anno riuscì a conquistare una vittoria, prestigiosa, di Coppa del Mondo Lead a Chamoinx. Quest’anno è stato sicuramente il migliore ai Mondiali di Innsbruck (finale e 10° posto nella Lead) e adesso il titolo nazionale boulder. Incarna il prototipo dello sportivo moderno che, con costanza e allenamento, riesce ad eccellere in diverse situazioni senza farsi condizionare troppo dalle condizioni ambientali.

Dietro di lui si piazza Marco Davide Colombo, seguito da Stefan Scarperi. A vincere la Combinata maschile è il giovanissimo genovese Pietro Biagini, tesserato Kadoinkatena Genova, classe 2000, seguito dallo stesso Bombardi al secondo posto e con Ludovico Fossali a chiudere il podio. Da notare che i due giovani protagonisti di questo fine settimana torinese (Tesio e Biagini) sono i due atleti che avevano conquistato le qualificazioni alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires e che poi però, a causa del limite massimo di atleti qualificati per ogni singolo Comitato Olimpico, sono rimasti a casa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.