Artistica: Brixia Brescia e Virtus Macerata Campioni d’Italia

Brixia incassa il 14° scudetto con l'esordio stagionale di Vanessa Ferrari alla trave.  Virtus Macerata ritrova il tricolore dopo due anni di digiuno. Ai piedi del podio la GAL di Carlotta Ferlito.

Artistica: Brixia Brescia e Virtus Macerata Campioni d’Italia

PODIO CAMPIONATO GAF E’ andata in scena sabato, al PalaVela di Torino, davanti a 6.000 spettatori, la quarta ed ultima tappa del Campionato italiano di serie A1 di Ginnastica Artistica Maschile e Femminile dove sono stati assegnati gli scudetti dell’edizione 2016 e decretate le retrocessioni (3 in A1 femminile e 3 in A1 maschile) per quella del prossimo anno.  

Sul fronte femminile Brixia è campione d’Italia con 120 punti speciali dopo essersi aggiudicata anche l’ultima tappa del torneo con 140.150 punti sui quattro attrezzi. Trascinate dagli acuti di Erika Fasana al corpo libero (14.500) e di Sofia Busato al volteggio (15.550) le bresciane incassano il 14° tricolore, ovvero il terzo consecutivo dopo i trionfi del 2014 e del 2015. Un successo che arriva proprio nella giornata del debutto stagionale di Vanessa Ferrari, che dopo un lungo stop causato dai problemi al tendide d’Achille ha scelto la trave per tornare in pedana con un esercizio da 13.600. Un risultato incoraggiante per la campionessa del mondo di Aarhus 2006, sulla via del pieno recupero in vista dei prossimi Giochi di Rio. Se per lo scudetto il risultato sembrava già scritto – a Ferrari e compagne bastava infatti un ottavo posto –  la vera battaglia è stata per conquistare la piazza d’onore. Ad avere la meglio è  l’ Artistica 81 Trieste (102 punti), grazie ad un ottimo secondo piazzamento di giornata (139.200). Terzo gradino del podio nella classifica generale per la Ginnica Giglio (96 punti), ferma in quarta base nella graduatoria torinese (134.500). Tanta attesa per Carlotta Ferlito che è ritornata alle gare dopo la brutta caduta di Jesolo. La catanese ha scelto le parallele e la trave per riprenderePODIO CAMPIONATO GAM fiducia dopo lo sfortunato episodio di fine marzo. Peccato per la sua Gal Lissone, che con il sesto punteggio (130.350) vede sfumare ogni possibilità di medaglia e si ritrova quarta a quota 92 punti speciali alla fine della rassegna.

In campo maschile Virtus Pasqualetti ritrova lo scudetto (il secondo nella storia del club) dopo un digiuno durato due anni. Secondo posto nel ranking generale per i campioni uscenti della Ginnastica Pro Carate (100 punti),  in testa sulla Corpo Libero Gymnstic Team (96 punti). I vincitori di questa ultima tappa sono stati i piemontesi della Libertas Vercelli (209.300) che hanno così negato il poker di successi  ai maceratesi guidati da Principi e Cingolani, oggi secondi con 208.850. Retrocedono in Serie A2 la Gymnasium, Fratellanza Savonese e la Casellina in campo femminile e Juventus Nova Melzo, PODIO TRAMPOLINOLivornese e Aurora al maschile. La giornata era cominciata al mattino con la Serie A2, gara che ha permesso a Sport Bollate, Ginnastica Civitavecchia  e Robur et Virtus di conquistare la promozione nella massima serie del 2017 in campo femminile. Mentre tra gli uomini staccano un pass per l’A1 dell’anno venturo  Spes Mestre, La Costanza A. Massucchi e la Ginnastica Romana. Contemporaneamente alle gare di Artistica sono stati assegnati anche i titoli individuali nel Trampolino Elastico. Scettro e corona vanno ad Alessandro Lucarelli e a Isabella Murgo, campioni del torneo L1. 

A1_GAF_Campionato

A1_GAF_Classifica

A1_GAM_Campionato

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.