Si è svolto l’11 e il 12 Dicembre il Buggerru Surf Trophy: con il patrocinio del Comune di Buggerru, ha fatto ritorno alla spiaggia sarda per il secondo anno di fila la finale del Campionato Italiano Junior di Surf della federazione italiana Fisw Surfing.

I partecipanti, giovani provenienti da tutta l’Italia, di età tra gli 8 e i 18 anni, si sono sfidati tra le onde della baia: quattro le categorie in gara, under 12, under 14, under 16 e under 18. Diversamente dalle scorse edizioni la partecipazione femminile è aumentata considerevolmente, e tra le nuove leve ci sono stati moltissimi nuovi under 12, segnale positivo per il surf in Italia.

Nella prima giornata di Venerdì si sono svolte le gare degli under 12 e 14 maschili e gli under 12,14 e 18 femminili, e le altre competizioni Sabato.

L’evento è stato un successo, nonostante l’emergenza sanitaria in corso: gli atleti hanno aderito in gran numero e neppure le avversità atmosferiche hanno impedito l’ottima riuscita dei due giorni di gara.

Nel pieno rispetto delle normative vigenti anti covid, si è respirato un clima di serenità all’insegna dello sportività e dell’amicizia, valori che una manifestazione del genere vuole portare avanti anche in un periodo così delicato.

I rappresentanti della Federazione ed i suoi giudici hanno lavorato alacremente durante i due giorni di gara, supportati dal Surf Club di Buggerru che con tutto il suo staff si è adoperato perchè questa importante tappa potesse svolgersi al meglio, ricevendo i complimenti della federazione e della sindaca Laura Cappelli che ha partecipato alla premiazione degli under 16 e 18 maschili.

Il presidente della Federazione, Luciano Serafica, congratulandosi con il Surf Club organizzatore, ha assicurato che data la qualità delle onde, l’ospitalità e l’organizzazione, Buggerru sarà sicuramente una tappa fissa del campionato Italiano.

Presente anche il coach della nazionale, Yann Martin, che è rimasto stupito dalla qualità delle onde e dal livello crescente del Surf Italiano, e insieme allo staff della federazione hanno deciso di fermarsi ancora qualche giorno a Buggerru per un raduno federale, coadiuvato dai coach Nicola Bresciani e Lorenzo Castagna, ospitati nella surfhouse della Buggerru Surf School.

L’area territoriale di Buggerru, antica cittadina mineraria, gode di una notorietà legata all’ampia comunità del surf, e diventa ogni anno una meta di vacanza e sport riconosciuta a livello internazionale: il Buggerru Surf Trophy è organizzato dal Buggerru Surf Club (buggerrusurfclub@yahoo.it).

Buggerru è una meta  importante per questo sport: nel 1991 venne organizzato il primo contest di surf con i migliori atleti italiani, poi nel 1994 ha ospitato il campionato europeo e a seguire sempre a Buggerru si sono svolte le tante fortunate edizioni del Quick Silver Sardinia Surf Trophy.

Di seguito i vincitori:

Under 16 
1) Brando Giovannoni vincitore di tappa e del campionato italiano
2) Filippo Marullo
3) Jacopo Ceccarelli
4) Tommaso Noah Pavoni

Under 18 
1) Ian Catanzariti vincitore di tappa e del campionato italiano
2) Matteo Calatri
3) Edoardo Spadoni
4) Alessandro Venturini

Under 14  
1) Samuel Manfredi vincitore di tappa e del campionato italiano
2) Samuele Ricci
3) Federico Melis

Under 12 
1) Michele Scoppa vincitore di tappa e del campionato italiano
2) Michael Monteiro
3) Alberto Barzan

Under 12 femminile  
1) Viola Brencoli
2) Magnolia Rossi
3) Chiara Cuppone

Magnolia Rossi si laurea campionessa italiane

Under 14 femminile 
1) Victoria Backhaus vincitrice di tappa e campionessa italiana
2) Marta Begalli
3) Emma Rinchiusi

Under 18 femminile  
1) Francesca Valletti Borgnini vincitrice di tappa e campionessa italiana under 16 e 18
2) Elena Lippi
3) Chiara Alejandra Gugliotta

Commenta