Assoluti di Ginnastica Artistica, assegnati i titoli di specialità

Titoli per Busato, Rizzelli, Ferlito, Fasana tra le donne, Busnari, De Vecchis, Cingolani, Pisani, Edalli, Pozzo tra gli uomini. Nel Trampolino elastico conferme per Cannone e Michelini.

Assoluti di Ginnastica Artistica, assegnati i titoli di specialità

Si sono conclusi al Palavela di Torino i campionati assoluti di Ginnastica Artistica maschile, femminile e di Trampolino elastico di specialità dopo che ieri erano stati assegnati i titoli nel concorso generale.

Di seguito la sintesi di ogni specialità

GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE
Volteggio: Dalla rincorsa dei 25 metri Sofia Busato (Brixia Brescia) coglie l’assenza di Arianna Rocca, tre volte campionessa assoluta al volteggio, per aggiudicarsi – con il personale di 13.975 – il titolo odierno di specialità. Secondo e terzo posto vanno ad Adriana Crisci (Victoria Torino, 13.875) e a Desiree Carofiglio (Future Gym, 13.750). Ai piedi del podio Teresa Macrì (Artisticsa ’81 Trieste) con punti 13.675.
Parallele asimmetriche: Martina Rizzelli (Brixia Brescia) vince il titolo assoluto alle parallele. Già il 5° posto ai Campionati Europei di Montpellier era il presagio di un’ impresa, compiuta oggi dalla comasca. 14.650 bastano alla giovane “brixiana” per soffiare il titolo ad una specialista eccellente come Giorgia Campana (Esercito Italiano). In seconda posizione, a pari merito con 14.000 punti, Giada Grisetti (Sport Bollate) e la militare ex regina sugli staggi asimmettrici. Giù dal podio Lara Mori (Ginnica Giglio Montevarchi) che realizza 13.850 punti.

Trave: Carlotta Ferlito (Esercito Italiano) crea il vuoto intorno a se e si riprende il titolo con 14.800 punti sotto un roboante coro di applausi. La scena ricorda la stessa finale di tre anni fa, a Catania, dove la siciliana aveva conquistato anche il 2° posto All-around dietro a Vanessa Ferrari. Ai lati del podio salgono Lara Mori (Ginnica Giglio, 14.100) ed Elisa Meneghini (GAL Lissone, 13.950).
Corpo Libero: Erika Fasana centra la finale al corpo libero con il personale di 14.750. Una conferma per la comasca che al PalaVela esordisce con il body dell’Esercito Italiano e che a Montpellier, ad Aprile, aveva sfiorato il bronzo continentale proprio sulle quattro diagonali. Cede dunque il posto, detenuto fino ad oggi, Elisa Meneghini (GAL – Lissone, 14.600).Gradino più basso del podio per Carlotta Ferlito (Esercito Italiano, 14.400).  

GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE
Cavallo con Maniglie: 17 titoli, di cui otto consecutivi,  sul cuoio del cavallo con maniglie fanno di Alberto Busnari (Aeronautica Militare) il più grande mattatore italiano di questa specialità. 14.900 il punteggio dell’aviere di Melzo. Seconda posizione, come nel 2014, a Paolo Principi (Aeronautica Militare) che porta a casa 14.650 punti. Terza piazza per Mattia Tamiazzo (CL Gymnastics Team, 14.150).
Corpo Libero: Tommaso De Vecchis (Milano GymLab 2013) succede ad Enrico Pozzo sul trono del corpo libero, con il totale di 14.200. Il comasco, migliore azzurro sul giro dei sei attrezzi ai recenti Giochi Europei di Baku, si lascia alle spalle – in ritardo di appena un decimo –  proprio l’ex campione al suolo e Nicola Bartolini entrambi a quota 14.100. Quarto Paolo Principi (Aeronautica Militare) con 14.000 punti pieni.
Anelli: Sul castello degli anelli si conferma, per il secondo anno consecutivo, Andrea Cingolani (Aeronautica Militare, 14.450). Il ginnasta di Tolentino ha la meglio su Marco Sarrugerio (Juventus Nova Melzo) e su l’altro commilitone, Paolo Ottavi,  per appena mezzo decimo di punto. Quarta piazza per Andrea Russo (Lazio Flaminio, 14.200).
Volteggio: Con 13.950 punti Lorenzo Pisano regala alla Victoria Torino e al pubblico casalingo il titolo dalla rincorsa dei 25 metri. Giovanissimo, classe 1995, Pisano si era già fatto un nome durante il campionato di specialità dell’anno scorso, aggiudicandosi la finale  al volteggio e l’ambitissimo Trofeo “Andrea Massucchi”. In corsa, a quota 13.850, Salvatore Maresca (Stabia). Soltanto terzo, invece, il campione uscente, Andrea Cingolani (Aeronautica, 13.825).
Parallele Pari: Ludovico Edalli aggiunge al titolo All-around di ieri,  il primo posto alle parallele pari con 14.700 punti. Insieme al bustese – in procinto di ricevere i gradi di aviere dal Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare – salgono sul podio anche Mattia Tamiazzo (CL Gymnastics Team) con punti 14.150 e Matteo Levantesi (Nardi Juventus) terzo a quota 14.100.
Sbarra GAM: Enrico Pozzo (Aeronautica Militare) sigla il sesto personale di specialità sul ferro della sbarra. Lo score di 14.450 consente al biellese uno stacco di oltre un decimo su Mattia Tamiazzo (CL Gymnastics Team, 14.300) e su Paolo Principi (Aeronautica Militare, 14.000). 

TRAMPOLINO ELASTICO
Trampolino maschile: Tredici! Flavio Cannone colleziona il suo 13° titolo assoluto con 59.75. Impegnato nelle ultime settimane a rifinire l’esercizio che presenterà a Odense, a fine novembre, in occasione dei Mondiali qualificanti, il caporale di Ponte San Piero relega sulla piazza d’onore Dario Aloi (Milano 2000, 56.470) e sul terzo gradino il giovane Antonino Parisi (Diavoli Rossi Marsala, 48.775)
Trampolino femminile: Sul fronte femminile Costanza Michelini (Alma Juventus Fano) replica quanto fatto ad Ancona lo scorso anno, vincendo per la seconda volta di fila il titolo. Con il personale di 50.990 costringe nelle retrovie Martina Murgo (Milano 2000, 49.430), campionessa dell’edizione 2012 e Isabella Murgo (Milano 2000, 47.985).

Risultati
GAF Finale
GAM Finale

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.