Autumn Nations Cup, le ultime dalla Nazionale prima della Scozia

C'è curiosità per l'esordio di Jacopo Trulla, 20enne che si è conquistato il posto da titolare scalzando altri giovani, già provati prima di lui ma decisamente non all'altezza.

Autumn Nations Cup, le ultime dalla Nazionale prima della Scozia

Roma – Mancano poco più di ventiquattro ore all’esordio della Nazionale Italiana Rugby alla Autumn Nations Cup in calendario alle 13.45 di domani contro la Scozia allo stadio Franchi di Firenze.

Giochiamo sempre per vincere – ha dichiarato Franco Smith nella conferenza stampa alla vigilia del match – e tutti qui hanno lo stesso obiettivo. Bisogna guardare a vari fattori oltre al risultato che resta comunque importante. Vogliamo esprimerci al meglio e finalizzare il lavoro che viene fatto durante la settimana”.

Sulla scelta di Jacopo Trulla dal primo minuto: “Ha fatto parte della Nazionale dai primi raduni estivi. Ho seguito la sua crescita, ha lavorato bene e ora merita una chances per cominciare ufficialmente il cammino con l’Italia. E’ importante in questo periodo, in cui introduciamo vari giocatori, continuare a costruire pian piano quella che sarà la Nazionale del futuro”.

Riguardo Trulla merita di essere ricordato che finalmente il ragazzo arriva in Nazionale. Di tutti quelli convocati come nouvelle vague ci sembra l’unico meritevole, essendosi messo in luce nel suo club fin dalle categorie giovanili. Non è un caso che ha scalzato, giustamente, nelle preferenze del tecnico azzurro il toscano Mori, autore nelle due prove in cui ha messo piede in campo, di prestazioni opache ma in linea con i suoi standard. Ogni tanto il merito viene premiato. Crediamo che sia il tempo di provare anche altri tre quarti, come per esempio Giulio Colitti, mattatore delle prime partite con Petrarca e che ha sempre rifiutato di passare per le Accademie.

Sull’evoluzione della Scozia dopo il Mondiale il capo allenatore azzurro ha dichiarato: “La Coppa del Mondo è stata una delusione per loro. Da lì hanno cambiato alcune cose e hanno lavorato tanto per correggere gli errori, in particolar modo in difesa. La presenza di Weir come apertura, visti gli infortuni degli altri due colleghi di reparto più abituati a giocare in quel meccanismo di gioco, porterà qualcosa di diverso alla squadra di Townsend”.

La Nazionale raggiungerà nella mattinata odierna Firenze. Non sono partiti con il gruppo Tiziano Pasquali e Monty Ioane che hanno fatto rientro a Treviso e saranno a disposizione del proprio club in vista del prossimo impegno di campionato.

Firenze, Stadio “Artemio Franchi” – sabato 14 novembre, ore 13.45
Autumn Nations Cup, I giornata – diretta Canale 20

Italia: Minozzi; Trulla, Zanon, Canna, Bellini; Garbisi, Violi; Polledri, Steyn, Negri; Cannone, Lazzaroni; Zilocchi, Bigi (cap), Fischetti

a disposizione: Ghiraldini, Ferrari, Ceccarelli, Meyer, Mbandà, Varney, Allan, Mori

all. Smith

Scozia: Hogg (cap); Graham, Harris, Johnson, Van der Merwe; Weir, Price; Thomson, Watson, Ritchie; Gray, Cummings; Fagerson, McInally, Sutherland

a disposizione: Turner, Kebble, Nel, Skinner, Haining, Hidalgo-Clyne, Lang, Kinghorn

all. Townsend

arb. Luke Pearce

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.