Azzurri Badminton protagonisti nella Ethiopia International

E’ un bottino estremamente prezioso quello conquistato dalla formazione Italiana in Etiopia dove i sette Azzurri impegnati sono andati tutti a medaglia conquistando tre ori, un argento e un bronzo.

Azzurri Badminton protagonisti nella Ethiopia International

E’ un bottino estremamente prezioso quello conquistato dalla formazione Italiana nella Ethiopia International dove i sette Azzurri impegnati sono andati tutti a medaglia conquistando tre ori, un argento e un bronzo. Erano ben tre le finali che vedevano almeno un atleta Italiano in campo nell’atto conclusivo dell’Ethiopia International.

Ad aprire le danze è stato Rosario Maddaloni che al termine di un match sofferto, ma chiuso in due set, è riuscito a superare l’Ungherese Rudolph Dellenbach, atleta ammesso al Centro Tecnico Federale – PalaBadminton di Milano. Sul gradino più basso del podio è finito, Matteo Bellucci sconfitto da Dellenbach nella giornata di ieri in semifinale.

“La partita è stata dura, ma sono riuscito, grazie alla mia esperienza, a conquistare quest’oro che mi permette di accumulare ottimi punti per il ranking – le parole dell’atleta delle Fiamme Oro, Maddaloni -. E’ molto stimolante avere un grande gruppo alle spalle, soprattutto quando riusciamo a centrare i risultati prefissati”. 

Il torneo Africano ha segnato anche le prime vittorie internazionali nel circuito senior per gli atleti del #ProgettoGiovani #duemila20e24, Matteo Bellucci, Fabio Caponio, Silvia Garino e Lisa Iversen.

Nel doppio maschile nella finale tutta Italiana contro Lukas Osele e Kevin Strobl, Bellucci e Caponio hanno dovuto combattere punto su punto riuscendo ad aggiudicarsi il primato soltanto al termine del terzo set. 

“Siamo molto contenti per come abbiamo affrontato la finale – le parole dei primi classificati del doppio maschile, Bellucci e Caponio -, certamente il fatto di conoscere molto bene i nostri avversari ci ha aiutato, ma abbiamo giocato bene tutti gli scambi principali, riuscendo particolarmente bene nel fondamentale del servizio e risposta, che nel doppio è indispensabile per vincere il match”.

Molto combattuta anche la finale del doppio femminile che ha avuto bisogno del terzo set per sancire la vittoria di Garino e Iversen contro le avversarie Etiopi.

“Non era facile giocare in queste condizioni, infatti a causa della notevole altitudine, il volano è molto veloce e siamo dovute rimanere sempre concentrate per vincere il match – hanno dichiarato Garino e Iversen -. Dopo un buon primo set, nel secondo non siamo riuscite a gestire bene il vantaggio realizzando alcuni errori, ma nel set conclusivo abbiamo ritrovato la giusta attenzione che ci ha permesso di vincere il match”.

Silvia Garino, insieme a Fabio Caponio e Giovanni Toti sarà impegnata nel prossimo weekend in Croazia a Dubrovnik per il Valamar Junior Open 2016.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.