Eurobasket 2022

A poche ore dalla partenza per Perm’, cambia il roster a disposizione di Meo Sacchetti. A causa dell’indisponibilità di Leonardo Totè, il CT ha convocato il pesarese Simone Zanotti, reduce dalla finale di Coppa Italia. Per Zanotti, classe 1992, si tratta della prima convocazione in Nazionale Senior. In passato, 4 presenze con l’Under 16 nel 2007 e 6 con l’Under 18 nel 2010.

Gli Azzurri, in raduno da questa sera a Malpensa, partiranno per la Russia nella mattinata di domani, lunedì 15 febbraio. Nella “bolla” di Perm’ l’Italia, già qualificata all’EuroBasket 2022 come Paese ospitante (uno dei quattro gironi a Milano) giocherà tre gare: alle due inizialmente previste, contro Macedonia del Nord ed Estonia, si aggiunge un’altra gara contro i macedoni, quella rinviata nella “bolla” di Tallinn a novembre a causa di tre casi di COVID-19 accertati da FIBA nella delegazione balcanica. Tutte le gare saranno trasmesse in diretta su Sky Sport Uno.

I 14 convocati

#00 Amedeo Della Valle (1993, 194, G, Buducnost VOLI – Montenegro)
#0 Marco Spissu (1995, 184, P, Banco di Sardegna Sassari)
#7 Leonardo Candi (1997, 190, G, UNAHOTELS Reggio Emilia)
#13 Tommaso Baldasso (1998, 191, P, Fortitudo Lavoropiù Bologna)
#16 Amedeo Tessitori (1994, 208, C, Virtus Segafredo Bologna)
#17 Giampaolo Ricci (1991, 202, A, Virtus Segafredo Bologna)
#18 Matteo Spagnolo (2003, 193, P, Real Madrid – Spagna)
#22 Giordano Bortolani (2000, 193, G, Germani Brescia)
#24 Filippo Baldi Rossi (1991, 207, A/C, UNAHOTELS Reggio Emilia)
#31 Michele Vitali (1991, 196, G, Brose Bamberg – Germania)
#41 Simone Zanotti (1992, 208, A, Carpegna Prosciutto Pesaro)
#44 Davide Alviti (1996, 200, A, Allianz Pallacanestro Trieste)
#45 Nicola Akele (1995, 203, A, De’ Longhi Treviso)
#50 Gabriele Procida (2002, 200, G/A, Acqua S. Bernardo Cantù)

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta