Basket – All Star Game a Biella, la Nazionale sperimentale può regalare spettacolo

Basket – All Star Game a Biella, la Nazionale sperimentale può regalare spettacolo

Luca Dalmonte in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’All Star Game a Biella

A poco più di 24 ore dall’All Star Game di domenica a Biella, il coach della Nazionale, sperimentale e giovanile, risponde a quanti hanno criticato la scelta della Federazione di portare atleti giovani.
“Vorrei che fosse chiaro – ha detto il coach – che non sarà una partita di preparazione. E’ invece una scelta ben precisa e ragionata per dare spazio a giocatori giovani con potenzialità che vogliamo esplorare. Vogliamo dare loro l’occasione di fare vita comune rispettando regole che poi, quando e se saliranno al piano superiore, non siano sconosciute”.
Evidentemente la scelta di puntare sul gruppo che ha partecipato agli Europei U21 non deve essere andata giù a più di un commentatore.
“Siamo fermamente convinti – ha affermato ancora Dalmonte – che in questo momento della stagione la scelta della Federazione Italiana Pallacanestro di far scendere in campo una Nazionale così giovane dia continuità ad un progetto iniziato qualche anno fa e che la scorsa estate, con la Nazionale Sperimentale, ha dato i suoi frutti. Questo è il nucleo del gruppo che il prossimo anno affronterà i Giochi del Mediterraneo in Turchia e noi siamo qui per permettere loro di fare esperienza e stare insieme condividendo metodi di lavoro e regole che vogliamo siano comuni a tutti coloro che vestono la Maglia Azzurra dalle Giovanili alla Senior.”
Quello di Dalmonte non sembra soltanto una precisazione, ma uno sfogo vero e proprio, che ricorda a tutti quanto sia importante per il movimento complessivo credere ed investire sui giovani, cosa che ad onor del vero ormai nessun club di A1 fa.
Ma per la gara di domani, è facile prevedere una valanga di canestri? Non nei siamo tanto convinti. Tradizionalmente questo appuntamento è una concessione allo spettacolo, con il risultato che resta sullo sfondo. Siamo convinti, e forse è il pensiero anche dello staff azzurro, che il gruppo di ragazzi, nel tentantivo di mettersi in luce, faranno dannatamente sul serio. Qualora fosse, i migliori stranieri del nostro campionato non staranno certo a guardare e subire “l’onta” di un sconfitta contro giovani imberbi. Per questo potrebbe venirne fuori una partita dai toni meno amichevoli del previsto e più attenta a schemi e risultato. Spettacolo vero, non una dimostrazione di globetrotter. In qualsiasi caso Dalmonte chiede “.. il massimo rispetto per i ragazzi che si sono guadagnati questa convocazione e che tanto bene stanno facendo nei rispettivi club. Sento molto parlare di dare spazio ai giovani e trovo fuori luogo chi vorrebbe vedere in campo i soliti noti. I giocatori che hanno fatto le qualificazioni all’Europeo in agosto li conosciamo bene e sappiamo cosa possono dare. Ora vogliamo guardare in faccia il futuro e vogliamo dare l’ooportunità ai volti nuovi di entrare a far parte della famiglia Azzurra.”
L’augurio è che il rispetto se lo guadagnino sul campo, domani.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.