Basket – La Nazionale di Pianegiani sfida la Croazia per preparare la qualificazione agli Europei

L’8 e 9 agosto sfide alla Croazia. Dalmonte: “I test più impegnativi prima del Portogallo”. Mancinelli: “Servirà il calore del pubblico di Trieste”
Solo una settimana separa gli Azzurri dalla prima gara di qualificazione ad EuroBasket 2013. Il 15 agosto, a Sassari, l’Italia scenderà in campo contro il Portogallo per cercare di conquistare i primi due punti in classifica nel girone F.
Nel frattempo la formazione di coach Pianigiani dovrà affrontare le ultime due amichevoli (domani 8 agosto a Trieste e dopodomani a Porec, entrambe in diretta su Sportitalia 2) contro la Croazia. L’avversario non è casuale, come spiega Luca Dalmonte: “I croati – dice l’assistente allenatore – rappresentano l’ultimo e più importante grado di difficoltà lungo il percorso che abbiamo stabilito per arrivare pronti alla prima gara ufficiale. Non c’è dubbio, con tutto il rispetto per le squadre che abbiamo incontrato fin qui, che la Croazia sia l’avversario più ostico da affrontare e quello che più di tutti ci fornirà spunti interessanti per valutare il nostro stato di forma sotto molti punti di vista. Queste due partite saranno per noi un test importante attraverso cui trarre materiale da analizzare e verificare con lo staff e con i ragazzi per continuare a migliorare. Giusto quindi che, alla fine di un cammino graduale, arrivi lo step più impegnativo”. Solo sette giorni alla gara contro il Portogallo; sufficienti, secondo Dalmonte, per “limare, dalla base costruita fino adesso, le nicchie negative che ancora esistono, i possessi regalati e i minuti di calo visti nelle precedenti amichevoli, seppure quasi tutte vinte”. “Siamo ancora in una fase di work in progress – continua il coach – ma dal 16 luglio, giorno del raduno, tanto lavoro è stato fatto. Il tempo per lavorare ancora c’è, come c’è bisogno di massima volontà e massima presenza anche e soprattutto in allenamento, durante il quale non vogliamo perdere neanche un possesso proprio per raschiare tutto il tempo possibile prima del 15 agosto. In questa settimana dobbiamo concretizzare e lavorare ancora di più sulla qualità per togliere le ombre e dare maggiore continuità a quanto fatto finora”.
Concorda Stefano Mancinelli, capitano della Nazionale: “Dobbiamo migliorare e questi ultimi due test contro la Croazia saranno importanti. Fino a questo momento la squadra ha risposto bene e ha disputato buone gare contro le squadre affrontate. Abbiamo perso l’ultima contro la Polonia, pur vincendo il torneo, a causa di una serie di errori nel finale ma siamo arrivati punto a punto fino alla fine rischiando anche di vincere. Abbiamo una gran voglia di fare anche perché con la maglia Azzurra a livello europeo non abbiamo ancora dimostrato nulla. A questo proposito invito il caloroso pubblico triestino a venire al palazzo per fare il tifo perché abbiamo bisogno di sentire la gente dalla nostra parte, come spesso accade negli altri Paesi quando siamo in trasferta”. Un occhio al raggruppamento di qualificazione che vede l’Italia assieme a Turchia, Repubblica Ceca, Bielorussia e Portogallo. “Noi possiamo giocarcela con tutti – dice Mancio – anche se è chiaro che turchi e cechi hanno qualcosa in più delle altre. Dovremo giocare al 100% delle nostre possibilità in tute le gare e commettere pochissimi errori”.
Parole d’elogio, da parte di Dalmonte e Mancinelli, verso Daniele Magro, Massimo Chessa e Achille Polonara, i ragazzi che dalla Nazionale Sperimentale sono stati aggregati al gruppo Senior. Il coach li chiama ‘ragazzi consapevoli’ perché “sanno benissimo quale sia il loro ruolo. Avere la faccia giusta aiuta il gruppo e loro, anche se si vede poco, stanno contribuendo in maniera importante alla corretta costruzione del gruppo”. Il capitano si è detto impressionato dalla voglia d’Azzurro che questi ragazzi stanno dimostrando nonostante il poco spazio avuto finora per dare il proprio contributo in campo.

Italia
5 Daniele Cavaliero
6 Stefano Mancinelli
8 Danilo Gallinari
9 Giuseppe Poeta
10 Luca Vitali
12 Marco Cusin
13 Luigi Datome
14 Daniele Magro
15 Angelo Gigli
16 Massimo Chessa
20 Andrea Cinciarini
22 Jeffrey Donald Viggiano
23 Daniel Lorenzo Hackett
24 Achille Polonara
31 David Paul Chiotti
33 Pietro Aradori

Croazia
Roko Leni UKIC, 84, Panathinaikos Atene, 183, Guard
Rok STIPCEVIC, 86, EA7 Emporio Armani Milano, 184, Guard
Krunoslav SIMON, 85, Unicaja Malaga, 196, Forward
Goran VRBANC, 84, Zadar, 194, Guard
Fran PILEPIC, 89, Bilbao Basket, 193, Forward
Ivan RAMLJAK,90, Siroki Briijeg, 203, Forward
Luka BABIC, 91, Split, 200, Center
Pavle MARCINKOVIC, 89, Cibona Zagreb, 197, Forward
Damjan RUDEZ, 86, 208, Forward
Damir MARKOTA, 85, 209, Center
Luka ZORIC, 84, Unicaja Malaga, 211, Center
Luksa ANDRIC, 85, Cedevita, Zagreb, 210, Center
Darko PLANINIC, 1990, Siroki Brijeg, 211, Center
Bojan BOGDANOVIC, 1989 Fenerbahce Istanbul, 202, Guard

Jasmin REPESA – Head Coach
Ivan SUNARA – Ass. Coach
Ivica SKELIN – Ass. Coach
Luka MILANOVIC – Cond. Coach
Zoran PETROVIC – Physician
Nikica SIZGORIC – Physiotherapist

Mauro Pozzana, Gianluca Mattioli, Paolo Taurino

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.