Basket, Pianigiani non è più il tecnico della Nazionale

La Federazione Pallacanestro ha ufficializzato il cambio. Pianigiani resta il supervisore tecnico delle Nazionali ma per il torneo di qualificazione olimpica si cerca di riportare sulla panchina Ettore Messina.

Basket, Pianigiani non è più il tecnico della Nazionale

Siamo stati forse i primi a chiedere una svolta in vista del torneo di qualificazioni per le Olimpiadi, subito dopo la vittoria contro la Rep. Ceka. Una svolta che passasse prima di tutto attraverso il cambio di conduzione tecnica.

Con un comunicato stampa stringato (forse anche troppo), la FIP comunica che Simone Pianigiani non sarà più tecnico della Nazionale: “Il Presidente FIP Giovanni Petrucci e Simone Pianigiani si sono incontrati a Roma e hanno deciso consensualmente di continuare il rapporto per quanto riguarda la supervisione tecnica di tutte le Nazionali e gli indirizzi dei Centri Tecnici Federali, portando così a compimento i progetti che stanno creando eccellenze e risultati.
Hanno invece considerato concluso il ciclo di lavoro con la Nazionale maggiore, che quindi non sarà allenata da Pianigiani nel torneo Pre Olimpico di luglio.”.

Aldilà delle parole di circostanza era chiaro che gli Europei di Basket, uomini e donne, non fossero andati come ci si attendeva. Le cronache di queste ore (sicuramente tardive, visto che nessuna testata giornalistica aveva fino a ieri messo in discussione il ruolo del tecnico toscano) raccontano invece di un Petrucci furioso subito dopo l’epilogo di Lille. L’Italia, a suo dire (ed anche per noi) aveva le carte in regola per puntare più in alto. Quanto meno alle semifinali.

Con la qualificazione olimpica ancora da conquistare, Petrucci corre ai ripari e cerca di salvare il salvabile. Nel giro di un mese completa quel cambio di dirigenza tecnica necessario visti i risultati delle nazionali maggiori, uomini e donne. Pianigiani resta per la “supervisione tecnica di tutte le Nazionali”, ma sembra più un contentino per non svalutare troppo un tecnico che era stato accolto in seno alla Federazione come il “top coach” in grado di modificare le sorti del nostro basket e che invece ha mostrato tutti i limiti che si erano intravisti anche a Siena. Dove, è bene ricordarlo, ha vinto per motivi sportivi ed extra.

Per la sua sostituzione si vocifera di un ritorno in Italia di Ettore Messina, sicuramente il miglior coach prodotto dal nostro movimento, attualmente impegnato come secondo allenatore degli Spurs. Proprio l’attività nella NBA potrebbe costringere ad un interregno sulla panchina azzurra di Frank Vitucci, fidato braccio destro di Messina.

Una soluzione, a parte l’intermezzo di Vitucci che non conosciamo e non possiamo giudicare, quella dell’allenatore catanese che ci piace tanto. E’ il migliore, l’ha dimostrato nella sua lunga carriera.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.