L’assalto ai gioielli della Serie A è partito. In una stagione di calciomercato anomala (a dir poco) dove quasi tutte le big del vecchio continente sono maggiormente intente a tirare la cinghia piuttosto che a spendere e spandere, come accadeva fino a qualche anno fa, le uniche società che si stanno muovendo sul campo delle trattative sembrerebbero essere quelle inglesi.

Le formazioni della Premier League, forti soprattutto di una maggiore solidità dal punto di vista economico rispetto a (quasi) tutte le altre squadre europee, stanno puntando ai campioni che si sono messi in mostra nell’ultimo torneo di A e ai nazionali azzurri (quelli ancora sul mercato) che hanno vinto i campionati europei lo scorso luglio.

Per capire la potenza di fuoco (economica) che squadre come il Chelsea, le due di Manchester o il Tottenham possono mettere in campo, basta fare riferimento agli ultimi due acquisti dei Red Devils che per 150 milioni di euro si sono assicurati il ragazzo prodigio Jadon Sancho (dal Borussia Dortmund per 100 milioni di euro) e l’esperto difensore francese Raphaël Xavier Varane (dal Real Madrid). I Diavoli Rossi di Manchester tenteranno l’assalto anche per Cristiano Ronaldo (sul portoghese anche il Paris Saint-Germain) che proprio in Premier League, dopo le giovanili in Portogallo allo Sporting Lisbona, è diventato grande vincendo la sua prima Champions.

Lukaku torna a casa… a Londra

Ieri è stato ufficializzato l’acquisto del belga dell’Inter, Romelu Lukaku, miglior giocatore dell’ultima Serie A. I Blues londinesi hanno speso 120 milioni di euro e l’Inter ha rinunciato al suo giocatore più forte che sta provando a sostituire con una batteria di attaccanti, a cominciare da Edin Dzeko, strappato alla Roma. Nel mirino anche Correa, della Lazio. Nonostante tutti questi cambiamenti, il club milanese si conferma come una delle maggiori pretendenti allo scudetto, come confermano anche i club favoriti secondo i migliori quotisti delle scommesse di calcio Serie A come Betway.

Ma la cessione di Lukaku al Chelsea potrebbe innescare una serie di addii in casa nerazzurra. Non è più un mistero che tante squadre di Premier League si sono messe sulle tracce di Stefan De Vrij, difensore nerazzurri tra i migliori in campo nella stagione dello Scudetto. Sull’ex Lazio ci sono gli occhi dell’Everton, club con cui Mino Raiola, il procuratore dell’olandese dell’Inter, si sarebbe messo in contatto già da diversi giorni.

Sempre in casa Inter tiene banco il rinnovo di Marcelo Brozović. Il croato non ha ancora rinnovato con i campioni d’Italia e quindi potrebbe essere già ceduto quest’anno. Secondo il quotidiano italiano La Repubblica Brozo (il cui contratto scade nel giugno del 2022) sarebbe stato richiesto dal Manchester United, già vicinissimo al giocatore nell’estate di due anni. Senza tanti giri di parole, se non ci sarà rinnovo a breve, l’Inter sarà costretta a vendere per non perdere il giocatore a parametro zero a fine stagione.

Locatelli e Correa verso l’Inghilterra?

Anche l’affare Manuel Locatelli alla Juventus si sarebbe complicato nelle ultime ore, proprio per l’incursione di un club della Premier League. Il calciatore, che si è promesso alla Vecchia Signora (unica squadra italiana ancora a portare avanti la crociata della Super League), è finito nel mirino dell’Arsenal, pronto a fare faville per il centrocampista del Sassuolo. I Gunners, ad oggi, sono l’unica società che potrebbe garantire i 40 milioni di euro richiesti dai neroverdi per il nazionale azzurro. La Juventus nicchia e intanto una seconda squadra di Premier League potrebbe inserirsi nella trattativa (il Tottenham) pronto a mettere subito sul tavolo 35 milioni cash.

Chiudiamo con il calciatore della Lazio Joaquín Correa. L’argentino è definitivamente esploso nell’ultima stagione di Serie A. Il Tucu vuole andarsene da Roma e tre squadre inglesi, Everton, Spurs e Arsenal, sono pronte a lanciare l’assalto finale. Si parla di non meno di 40 milioni di euro. La Lazio non vuole svendere, visto che il giocatore ha mercato anche in Italia (sull’argentino c’è, come detto, l’interessamento dell’Inter). Vedremo.

football 606235 960 720

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta