Campionati del mondo a Pesaro, All Around a Dina Averina

Le gemelle russe dominano la finale, Dina oro, Arina argento. Alexsandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri chiudono rispettivamente all'8° e 9° posto.

Campionati del mondo a Pesaro, All Around a Dina Averina

Si conclude il terzo giorno di gare dei Campionati Mondiali di ginnastica ritmica in corso a Pesaro: la giornata di venerdì ha visto competere per l’ultima volta le ginnaste individualiste nell’All Around che ha decretato la regina dei giochi. Nelle migliori 24 c’erano anche due italiane, Alexsandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri, che in questa occasione ben figurano nell’olimpo della ritmica mondiale. Le azzurre arrivano ottava e nona, Alexsandra supera la connazionale di poco meno di un punto (67.450 contro 66.475) e conferma le sue intenzioni di conquistarsi una reputazione a livello internazionale, nonostante clavette e nastro siano stati sporcati da imperfezioni imputabili forse alla grande responsabilità di difendere davanti al pubblico di casa la maglia azzura al primo mondiale della sua carriera da ginnasta senior. Anche Milena onora il tricolore con grande maturità; la quindicenne della Ginnastica Fabriano, come Agiurgiuculese alla prima esperienza mondiale in veste di ginnasta senior, paga purtroppo un grave errore alla palla ottenendo comunque la nona posizione, un risultato storico per l’Italia che piazza ben due ginnaste nella top 10 del concorso generale.

Nella parte alta della classifica troviamo il dinamico duo delle gemelle Averina.
Dina conquista l’oro con 74.700, mentre Arina la guarda dal basso, dovendosi accontentare dell’argento con il punteggio di 73.450. Nessuna delle due sorelle scende sotto al 18 nelle valutazioni dei giudici, dimostrando di essere riuscite a recepire al meglio le disposizioni del nuovo codice. Nonostante le esecuzioni degli esercizi a volte risultino un po’ confuse e poco pulite, il valore delle difficoltà proposte consente alle russe di permettersi questo lusso, confermandone il ruolo di ginnaste di punta della scuola Viner, che pare aver trovato le eredi di Kudryavtseva e Mamun.
Il bronzo del concorso generale viene consegnato all’israeliana Linoy Ashram (70.025), la new entry che promette di intromettersi negli equilibri delle competizioni internazionali, dopo il suo debutto negli Europei di Budapest dello scorso maggio.

Nel weekend entreranno in scena le squadre, dalle 15,30 di sabato per il concorso generale in diretta su Raisport 1HD e sulla piattaforma streaming della Federazione Italiana di ginnastica volare.tv, e per le finali di specialità dalle 14.00 di domenica. Le farfalle Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea, Beatrice Tornatore e Anna Basta scalderanno il pubblico pesarese con le routine ai 5 cerchi e 3 palle / 2 funi, in corsa per il titolo iridato e la conquista della medaglia d’oro in casa propria.

Sara Sangalli

Finale All-around

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.