Campionati Europei giovanili di Arrampicata: Carnati d’oro, Scroccaro d’argento

Campionati Europei giovanili di Arrampicata: Carnati d’oro, Scroccaro d’argento
Il podio della Lead Youth B con Stefano Carnati sul gradino più alto

Il podio della Lead Youth B con Stefano Carnati sul gradino più alto

L’Arrampicata Sportiva italiana non ha mai smesso di fornire giovani climbers di valore a livello assoluto. Anche in questi anni in cui il settore seniores ha avuto difficoltà a trovare la strada del podio, persa di fatto con l’uscita di scena di Gabriele Moroni, l’ultimo in grado di salire sul podio in maniera costante nelle prove di Coppa del Mondo. In questi anni ci hanno pensato i ragazzi diretti da Carlo Beltrame a vincere, sia in Coppa Europa che ai Campionati Europei di categoria. Gli ultimi titoli per l’Arrampicata italiana sono giunti proprio da Leonardo Gontero e Alexandra Ladurner quando questi erano nelle categorie giovanili.
Adesso che le Nazionali sono in mano a Donato Lella, tecnico stimato e competente, che le ha ereditate da Carlo Beltrame (per quanto riguarda la giovanile) e, ad interim, dal Marco Ronchi (per la seniores, a proposito, auguri a Ronchi per un completo recupero), il progetto di crescita dei nuovi talenti appare ancora più coerente e foriero, si spera, di risultati positivi.
Gli ultimi Europei di categoria, svolti a Kletterzentrum di Imst nel fine settimana lasciano ben sperare. Ben 12 i titoli in palio (6 maschili e 6 femminili) divisi nelle tre categorie Juniores, Youth A e Youth B. L’Italia ha conquistato il titolo europeo con Stefano Carnati nella Difficoltà Youth B e la medaglia d’argento con Elena Scroccaro, sempre nella Difficoltà Youth B.
Bene anche gli altri azzurri in gara e meritevoli di citazione il quarto posto di Alessandro Santoni, il quinto di Asja Gollo nella Speed, il sesto di Lisa De Martini e l’ottavo di Claudia Ghisolfi nella Lead.
Il titolo di Stefano non è certamente una sorpresa. Quest’anno l’atleta in forza ai Ragni di Lecco ha già vinto due prove di Coppa Europa (Lead ad Edinburgo e Boulder a Sofia) ed è leader del ranking IFSC. Al momento non ci sono avversari in grado di impensierirlo ed anche il suo score in falesia è impressionante. Accreditato, già a 12 anni di un 8A e di un 8B+ a 13, ha recentemente fatto scrivere di se per due ascensioni in Magic Wood, in Svizzera.
Discorso diverso per Eva Scroccaro (Gravità Zero). La triestina fino al secondo posto nel Campionato Europeo, quest’anno aveva collezionato soltanto un terzo nella prova di esordio della Coppa Europa ad Edinburgo. E’ attualmente sesta nel ranking IFSC e 3 nella Coppa Europa. La sua maturazione, proprio in occasione dell’appuntamento di Imst, lascia sperare in una seconda parte della stagione da protagonista

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.