Campionati Europei IAADS a Roma dal 27 al 30 giugno

Campionati Europei IAADS a Roma dal 27 al 30 giugno

IAADSInizia il conto alla rovescia per la II edizione dei Campionati Europei IAADS, manifestazione di atletica leggera riservata ad atleti con sindrome di Down che si svolgeranno a Roma dal 27 al 30 Giugno 2013 presso il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito sito all’interno della caserma “S. Abba”, nella città militare della Cecchignola.
Organizzato dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico) e dalla FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale), gli Europei di atletica leggera si svolgeranno con il fondamentale contributo operativo offerto dallo Stato Maggiore dell’Esercito e della Protezione Civile.
Si tratta di una manifestazione trasversale, che tocca l’ambito sportivo così come quello culturale e sociale; inoltre, alla rassegna continentale è stata abbinata la V edizione dei Campionati Italiani Promozionali di Atletica Leggera. In totale, provenienti dall’Europa e dall’Italia, saranno oltre 500 le persone che tra atleti e staff arriveranno a Roma. Le gare si terranno dal 28 Giugno a partire dalle ore 14.30 e fino al 30 Giugno alle ore 12.30, con le nazioni europee che gareggeranno contestualmente alle squadre italiane impegnate nella rassegna promozionale di atletica leggera.
Cerimonia di apertura il giorno 29 Giugno a partire dalle ore 15.00.
Siamo molto felici della risposta in termini numerici offerta da questo evento, che si propone di dare visibilità e risalto alla nostra attività in una piazza come Roma che, ogni qualvolta chiamata in causa, ha risposto sempre in maniera entusiasta e con grande partecipazione”, le parole del Presidente della FISDIR e Presidente della IAADS Marco Borzacchini. “Saranno giornate importanti per lo sport paralimpico, con i migliori atleti con sindrome di Down che gareggeranno a stretto contatto con gli atleti del livello promozionale, i quali vanno a costituire la nostra base, il nostro bacino di utenza più numeroso, il motore di un’attività come quella riservata ad atleti disabili intellettivi e relazionali che si sta affacciando ed affermando nelle paralimpiadi, la massima espressione dello sport riservato ad atleti disabili”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.