Home News Ginnastica Campionato di Ritmica 2021, Fabriano vince tra le mura amiche

Campionato di Ritmica 2021, Fabriano vince tra le mura amiche

Dopo due giornate del Campionato di A1 questa la classifica: Fabriano in testa con 175.550 punti, inseguita dalla San Giorgio con 167.650 e dall’Udinese con 154.350.

0
Desio 06 marzo 2021 Ginnastica Ritmica, Serie A1, A2, B, 2a prova. Nella foto: GINNASTICA FABRIANO - Baldassarri Milena © foto di Simone Ferraro / FGI

Il campionato di Serie A1 “Trofeo San Carlo Veggy Good” di Ginnastica Ritmica fa tappa a Desio. Dopo la prova d’esordio di Napoli del 20 e 21 febbraio, i 12 club in gara continuano la lotta scudetto 2021. È la Fabriano, capitanata dall’Aviere dell’Aeronautica Militare, Milena Baldassarri, ad avere oggi la meglio sulle avversarie. Con 92.700 punti si posiziona in vetta alla classifica davanti alla squadra di casa, la San Giorgio ’79, seconda con 81.550, e all’Udinese, terza a quota 79.650. Ai piedi del podio brianzolo l’Iris Giovinazzo con 75.800. Completano la classifica: Forza e Coraggio Milano (pt. 75.450), Armonia d’Abruzzo (pt. 74.900), Aurora Fano (pt. 74.700), Eurogymnica Torino (pt. 74.500), Olimpia Senago (pt.70.800), Terranuova Bracciolini (pt. 68.850), Motto Viareggio (pt. 68.600) e Polimnia Ritmica romana (pt. 62.000).

Sommando quindi i punteggi della gara partenopea possiamo stilare la classifica di campionato che, dopo due giornate di regular season, vede nelle prime tre posizioni il medesimo podio di oggi. Fabriano in testa con 175.550 punti, inseguita dalla San Giorgio con 167.650 e dall’Udinese con 154.350. Appuntamento dunque a Fabriano per il terzo atto in scena nel weekend del 20 e 21 marzo, per concludersi con la Final Six di Torino, in programma il 24 aprile, in diretta televisiva su Canale Nove.

foto: Simone Ferraro

Classifiche

a1_p2

a1_generale

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Nessun commento

Commenta

Exit mobile version