Campionato Europeo Trap, De Filippis bronzo a Lonato

Anche nessuna cara olimpica per il Trap. Duro il commento del tecnico azzurro Albano Pera. Tra gli juniores argento di Lorenzo Ferrari.

Campionato Europeo Trap, De Filippis bronzo a Lonato

Fuori dalla finale Pellielo e Grazini. Duro il commento del DT Pera

 

Lonato del Garda (BS) – Mauro De Filippis sale sul podio del Campionato Europeo di Lonato del Garda per mettersi al collo la medaglia di bronzo. Purtroppo per lui e per l’Italia, il terzo poso non gli è stato sufficiente per centrare uno dei due pass olimpici in palio, conquistati dal ceco Jiri Liptak e dal britannico Aaron Heading, rispettivamente primo e secondo.

Dopo la medaglia d’argento del Mondiale di due mesi fa sempre qui a Lonato, il poliziotto tarantino  ha confermato l’ottimo stato di forma chiudendo le qualificazioni con il punteggio di 121/125 e +7 nello spareggio di assegnazione del dorsale vinto contro l’olimpionico di Rio 2016 Josip Glasnovic, l’unico tra i sei tiratori della finale ad avere già la Carta per Tokio 2020.

Nella finale Mauro ha tenuto la testa della classifica provvisoria fino al trentesimo piattello, sparando con mano ferma e grinta. Purtroppo nei cinque piattelli che hanno deciso il quarto posto l’azzurro se ne è lasciati sfuggire due ritrovandosi ad inseguire il ceco e l’inglese. A poco è servito il perfetto 5/5 siglato nell’assegnazione del bronzo, eguagliato dagli avversari. Alla fine il terzo posto è stato suo con 36/40.

“In questi due anni abbiamo lavorato tanto con il Direttore Tecnico (Albano Pera, ndr) ed abbiamo ottenuto risultati importanti, anche se non abbastanza da agguantare le carte in palio – ha commentato De Filippis al termine della gara – Siamo arrivati a sfiorarle tante volte, ma ci sono sempre sfuggite. A luglio siamo venuti a Lonato per il Mondiale con il preciso obiettivo di fare più punti possibile per salire nel world ranking e ci siamo riusciti, ipotecando la carta in palio proprio per la posizione nella classifica mondiale. Sono dispiaciuto, ma ce l’ho messa davvero tutta”.

Esattamente come anticipato all’esordio della competizione continentale il Direttore Tecnico Nazionale Albano Pera parla chiaro “Evidentemente, se ancora adesso non abbiamo vinto nessuna carta nel settore maschile, significa che non abbiamo avuto la capacità di conquistare le carte. Quando c’era da vincere siamo arrivati secondi, quando si doveva arrivare secondi siamo arrivati terzi. Insomma, sempre un passo indietro. Mi dispiace perché so che i miei tiratori sono molto forti e potevamo fare molto di più di quello che abbiamo fatto”.

Fuori dalla finale gli altri due azzurri in gara. Valerio Grazini (Carabinieri) di Viterbo non è salito oltre la diciassettesima piazza con 116/125, mentre Giovanni Pellielo (Fiamme Azzurre) di Vercelli si è fermato in venticinquesima con 115/125.

FERRARI D’ARGENTO TRA GLI JUNIORES – Il giovane portacolori delle Fiamme Oro di Provaglio d’Iseo, già medaglia di bronzo al Mondiale dello scorso anno a Changwon (KOR), ha aggiunto al suo palmares la medaglia continentale con una buona prestazione. Dopo essersi qualificato tra i migliori sei con 116/125, l’azzurrino ha dimostrato carattere anche nella finale, arrivando a duellare per l’oro con il turco Murat Ilbilgi. Purtroppo per il nostro tiratore il vantaggio accumulato dall’avversario nelle fasi precedenti non ha permesso una rimonta ed alla finale Ilbilgi si è assicurato la vetta del podio con 47750, nuovo record mondiale Juniores, mentre a Ferrari è rimasto l’argento con 43/50. Terzo sul podio il francese Jason Picaud con 34/40.

Fuori dalla finale per una manciata di piattelli Matteo D’Ambrosi che ha concluso la sua prima esperienza europea al nono posto con 113 su 125 ed Edoardo Antonioli, sedicesimo con il punteggio finale di 110/125.

Domani tutte le squadre, Junior e Senior, torneranno sulle pedane del Trap Concaverde per la gara a squadre. Tutti e quattro i team azzurri si sono qualificati per cercare di conquistare i titoli continentali e le medaglie in palio in questo Europeo.

RISULTATI

Trap Men: 1° Jiri LIPTAK (CZE) 122/125 (+1) – 46/50; 2°Aaron HEADING (GBR) 119/125 (+2) – 44/50; 3° Mauro DE FILIPPIS (ITA) 121/125 (+7) – 36/40; 4° Josip GLASNOVIC (CRO) 121/125 (+6) – 30/35; 5° Marian KOVACOCY (SVK) 122/125 (+0) – 25/30; 6° Filipe Armelim RODRIGUES 119/125 (+1) – 21/25; 17^ Valerio GRAZINI (ITA) 116/125; 25^ Giovanni PELLIELO (ITA) 115/125.

Trap Me Junior: 1° Murat ILBILGI (TUR) 118/125 – 47/50; 2° Lorenzo FERRARI (ITA) 116/125 (+6) – 43/50; 3° Jason PICAUD (FRA) 116/125 (+7) – 34/40; 4° Oliver William Michael BOVINGDON (GBR) 115/125 – 29/35; 5° Jan PALACKY (CZE) 117/125 – 24/30; 6° Ioannis CHATZITSAKIROGLOU (GRE) 120/125 – 19/25; 9^ Matteo D’AMBROSI (ITA) 113/125; 16^ Edoardo ANTONIOLI (ITA) 110/125.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.