Kitakyushu – È partita questa mattina da Milano la delegazione azzurra di Ginnastica che, dal 18 al 24 ottobre, prenderà parte alla 50ᵃ edizione del Campionato Mondiale di Artistica maschile e femminile in scena a Kitakyushu, la città nel sud del Giappone che ha dato i natali a Kohei Uchimura e al presidente della FIG Morinari Watanabe. Nel Sol Levante si incontreranno, in un mix generazionale che accenderà ancora di più la competizione, i campioni a cinque cerchi e i giovani che hanno invece mancato l’appuntamento olimpico, tra ambizioni di conferma e di affermazione. Per l’Italdonne vedremo gareggiare le gemelle Alice e Asia D’Amato, già protagoniste dell’avventura olimpica di Tokyo, insieme a Elisa Iorio e Desirée Carofiglio, tutte e quattro appartenenti al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro della Polizia di Stato mentre, tra gli uomini, saliranno sui grandi attrezzi Nicola Bartolini (Pro Patria Bustese), Salvatore Maresca (Ginnastica Salerno), Marco Lodadio (G.S. Aeronautica Militare), Carlo Macchini (Fiamme Oro), Nicolò Mozzato (Spes Mestre) e Thomas Grasso (Polisportiva Celle), al suo esordio in un Mondiale. Dodici titoli iridati in palio, nel primo grande appuntamento del triennio che porterà a Parigi 2024. Massimo sei uomini e quattro donne per ciascuna nazione, niente squadre e lotta aperta per le corone del concorso generale e dei singoli attrezzi. Nel sorteggio, che si è tenuto a Tokyo a conclusione dell’Olimpiade dell’Artistica, gli azzurri sono capitati nella settima delle otto suddivisioni e cominceranno dal cavallo con maniglie, mentre l’Italdonne partirà alle parallele asimmetriche nel secondo dei sei gironi femminili.

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta