Canoa velocità, Buonfiglio: “Un trend positivo, da confermare”

Un bilancio della prima parte della stagione attraverso le parole del presidente federale e il confronto con quanto realizzato lo scorso anno.

Canoa velocità, Buonfiglio: “Un trend positivo, da confermare”

“C’è ancora molto da lavorare ma il trend della squadra fino a questo momento è positivo – ha detto il Presidente FICK Luciano Buonfiglio al termine della prova di Coppa del Mondo di Duisburg per quanto riguarda la canoa velocità – confrontando questo 2015 con la totalità dello scorso anno riscontriamo numeri confortanti; non siamo ancora arrivati da nessuna parte, lo ribadisco, ma i segnali confermano che è su questa strada che dobbiamo andare. L’unica cosa da fare è continuare sulla via intrapresa, che è quella dell’impegno, del lavoro e della determinazione. Un plauso a tutta la struttura federale, al vicepresidente Argiolas, ai tecnici, alle società che lavorano al fianco degli allenatori azzurri e ai ragazzi che sudano e si impegnano affinchè il tricolore stia il più in alto possibile”.
A sostegno delle parole del Presidente Buonfiglio ecco un’analisi-confronto rispetto al 2014 sulla base dei risultati ottenuti fin qui dai nostri atleti: alla fine del 2014 i canoisti azzurri chiusero la stagione con 8 medaglie e 13 finali conquistate, 8 delle quali su distanza olimpica. A metà stagione 2015, con ancora una prova di Coppa del Mondo ed il Mondiale di Milano da disputare il bilancio parla di 5 medaglie e 15 finali conquistate, 7 delle quali su distanza olimpica.
Particolarmente positivo il 2015 fin qui disputato del tandem Rizza-Florio nel K2 200 (distanza olimpica, 6° all’europeo e 5° a Duisburg), prestazioni che costringono per il momento i due a “sacrificare” le barche individuali; bene anche la costante crescita di Sergiu Craciun nel C1 1000 (distanza olimpica) passato dall’8° posto di Racice al 4° di questo weekend in Coppa del Mondo a Duisburg. Irene Burgo ha riportato la canoa femminile sul podio; lo scorso anno in coppa non si andò in generale oltre il 13° posto sui 200; quest’anno invece il K1 in rosa targato Irene Burgo è cresciuto progressivamente; all’europeo 9° sui 500, 3° nei 1000 e 2° nei 5000. A Duisburg è arrivato l’argento nei 1000 che fa da contraltare al 16° posto nei 500 e all’11° nei 5000. I K4 maschili sono tornati a crescere. Per quanto riguarda i 1000, distanza olimpica, l’Italia che arrivava dal 12° posto conquistato al Mondiale 2014 di Mosca ha saputo reagire all’eliminazione anzitempo in cui è incappata agli europei di Racice.
A Duisburg gli azzurri hanno messo le mani sul primo posto della finale B, decimi assoluti; non basta ancora, ma è un buon passo in avanti. Anche su questa base va letta la prestazione di Duisburg di Giulio Dressino che, impegnato sul K4, ha chiaramente pagato qualcosina sulla barca singola che l’ha visto chiudere al 17° posto dopo il 7° conquistato all’europeo. Segnali di ripresa, dopo il deludente europeo, per il K2 di Nicola Ripamonti e Albino Battelli che si piazza al 12° posto assoluto. Per quanto riguarda le distanze non olimpiche strepitoso argento del K4 200 composto da Rizza-Chierini-Cecchini-Bertolini; buono anche il rendimento del C2 200 di Santini e Incollingo che chiude con il 4° posto, dopo il 3° di Racice.
Ora spazio alla terza e ultima prova di coppa del mondo prima del mondiale; si disputerà a Copenaghen, in Danimarca, e vedrà al via i seguenti azzurri: Alberto Ricchetti, Mauro Pra Floriani, Mauro Crenna, Edoardo Chierini, Riccardo Cecchini, Michele Bertolini, Matteo Torneo, Alessandro Gnecchi, Federico Favero, Andrea Dal Bianco, Ermes Bacci, Daniele Santini, Luca Incollingo, Pietro Repele, Danilo Auricchio e uno tra Sergiu Craciun, Nicolae Craciun e Carlo Tacchini.
Dal 29 maggio al 10 giugno invece raduno a Mantova per Giulio Dressino, Nicola Ripamonti, Albino Battelli, Manfredi Rizza e Matteo Florio. Nello stesso periodo saranno invece a Castelgandolfo Irene Burgo, Sofia Campana, Norma Murabito, Federica Nolè, Cristina Petracca e i due “canadesi” Sergiu Craciun e Carlo Tacchini.
(a cura ufficio stampa FICK)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.