Capobianco alla guida della Nazionale Femminile di Basket

Il nuovo allenatore si avvarrà della collaborazione tecnica di Antonio Bocchino e Giovanni Lucchesi, e per la parte di preparazione fisica e fisioterapica delle competenze di Francesco Cuzzolin e Francesco Ciallella, facenti parte dello staff della squadra Nazionale Maschile.

Capobianco alla guida della Nazionale Femminile di Basket

Che Roberto Ricchini fosse ormai in uscita lo si sapeva ed immaginava subito dopo la brutta partecipazione a Eurobasket 2015. Che avvenisse senza una riga di ringraziamento, come si suole fare anche nei divorzi più burrascosi dimostra invece che quella avventura ha lasciato più strascichi del previsto. Con un comunicato stampa asettico, soprattutto nella prima parte (non nello stile di una Federazione molto attenta a spiegare le proprie decisioni), la FIP ha comunicato che la nuova guida tecnica della Nazionale Senior Femminile sarà Andrea Capobianco, già responsabile del Settore Giovanile.

Con riferimento alla guida tecnica della Nazionale senior Femminile – recita il comunicato stampa –, il Presidente federale, ascoltato il parere del Commissario Tecnico Simone Pianigiani, ha ritenuto di intraprendere un percorso finalizzato a uniformare l’applicazione di metodologie e procedure già testate con risultati positivi nel Settore Squadre Nazionali Maschili attraverso l’ottimizzazione delle risorse tecniche della Federazione Pallacanestro.”

Abbiamo evidenziato il passaggio che chiarisce il travaglio della Federazione alle prese con un cambio apparentemente giustificato dalle circostanze ma nella sostanza “oscuro”. Ci spieghiamo. Dichiarare che la sostituzione avviene per “uniformare l’applicazione di metodologie già testate con risultati positivi nel settore squadre nazionali maschili” ci appare una forzatura. Il risultato più positivo di questa stagione è stato quello ad EuroBasket 2015 (quinti), ma anche un personaggio pacato come Scariolo ha dovuto ammettere che con un tasso di talento così elevato la squadra azzurra avrebbe dovuto occupare una posizione migliore. Questo non vuol dire che il cambio sia errato. Anzi crediamo che sia addirittura tardivo, dovendo essere fatto già dopo Eurobasket Women 2013. Ma vale lo stesso discorso anche per il Commissario Tecnico, che invece, con questa decisione, appare ancora più saldo al suo posto.

Il nuovo allenatore si avvarrà della collaborazione tecnica di Antonio Bocchino e Giovanni Lucchesi, e per la parte di preparazione fisica e fisioterapica delle competenze di Francesco Cuzzolin e Francesco Ciallella, facenti parte dello staff della squadra Nazionale Maschile.

Andrea Capobianco sarà presentato alla stampa il 5 ottobre presso la sede federale. Lo stesso giorno alle ore 13.00 presso il Centro di Preparazione Olimpica dell’Acqua Acetosa si terrà il primo raduno della Nazionale Femminile che poi si concluderà mercoledì 7 ottobre  con un incontro amichevole che le Azzurre giocheranno contro la Nazionale degli Stati Uniti. 

Il primo impegno ufficiale dell’Italia è previsto per il 21 novembre, con l’esordio nelle qualificazioni all’EuroBasket Women 2017 che si giocherà a Lucca e ci vedrà in campo contro l’Albania. Il girone delle Azzurre comprende anche Gran Bretagna e Montenegro.

La scheda

Andrea Capobianco è nato a Napoli il 9 agosto 1966. Dal 2011 è responsabile tecnico del Settore Squadre Nazionali maschili giovanili e del Comitato Nazionale Allenatori. La sua prima esperienza su una panchina risale al 1994, come assistente allenatore a Battipaglia in A2. Dal 1997 al 2000 è capo allenatore a Salerno, squadra con la quale vince il campionato di C2. Nel 2000 torna a fare l’assistente, ma in A1 ad Avellino. Dal 2002 al 2005 è di nuovo a Salerno come head coach.

Nel 2005/2006 affronta il primo campionato di A1 come capo allenatore ad Avellino, passando l’anno dopo alla guida dell’Aurora Jesi in A2. Nelle Marche trova una squadra con all’attivo 3 vittorie e 11 sconfitte e a fine anno riuscirà a centrare la semifinale playoff. L’anno successivo Jesi chiude il girone di andata al 4° posto e vince la Coppa Italia.

Nel 2008/2009 viene chiamato alla guida di Teramo in Serie A, club che porta a uno storico terzo posto nella stagione regolare. Vince il premio come “Miglior tecnico del campionato italiano 2008/2009”: nel 2009 gli viene assegnato anche il Premio Reverberi.

E’ Formatore Nazionale del Comitato Nazionale Allenatori della Federazione Italiana Pallacanestro e Formatore Minibasket.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.