Il Gruppo Cariparma CA, la realtà virtuale e il Sei Nazioni

Presentato in occasione della prima partita casalinga dell'Italia il progetto di realtà virtuale del Gruppo Cariparma Credite Agricole, che rinnova in questo modo il suo legame con la Nazionale italiana.

Il Gruppo Cariparma CA, la realtà virtuale e il Sei Nazioni

Abbiamo partecipato alla presentazione in anteprima del progetto di realtà virtuale che il Gruppo Cariparma Crédit Agricole, main sponsor della FIR, ha illustrato nel corso della esclusiva serata di sabato 13 febbraio al Chorus Café di Roma. L’evento ha visto la partecipazione di 150 ospiti, tra cui il management del Gruppo bancario, rappresentanti della stessa Federugby (partner del progetto), Mauro e Mirco Bergamasco e una rappresentanza della Nazionale Italiana di rugby.

E’ stata l’occasione per toccare con mano un dato evidente e per certi versi sorprendente. L’attaccamento sincero e appassionato di questo gruppo bancario (francese ma che ha il proprio quartier generale a Parma) al rugby e alla Nazionale Italiana. Come ha ricordato Fabrice Ferrero, responsabile della Direzione Comunicazione e Relazioni Esterne del gruppo, nel suo intervento di benvenuto: “Cariparma Credite Agricole crede nel rugby, nei valori che esso esprime, nella filosofia che ispira ogni sua azione sportiva”.

Per questo il gruppo francese, presente in Italia con 12mila collaboratori e 3,5 milioni di clienti per 61 miliardi di finanziamento all’economia, crede nella Nazionale italiana e continua ad essergli vicino con iniziative che puntano ad esaltare lo spirito di squadra e i valori del gruppo. L’ultima delle quali è quella appunto presentata sabato, alla vigilia della partita contro l’Inghilterra, nell’esclusivo incontro all’interno dell’Auditorium di via della Conciliazione.

Si tratta di un progetto di realtà virtuale che, adesso presentato in fase sperimentale, permetterà di sviluppare in futuro programmi didattici in diversi settori di applicazione.

Partecipare alle fasi di gioco di un grande match, sentendosi per la prima volta parte attiva del grande spettacolo del rugby. Questo è ciò che è reso possibile dal progetto di realtà virtuale che tutti gli appassionati hanno potuto provare in occasione della partita dell’Italia contro l’Inghilterra e potranno ripeterla in occasione del match con la Scozia (27 febbraio), nello spazio del Gruppo Cariparma Crédit Agricole nel villaggio Terzo Tempo all’esterno dello Stadio Olimpico. Per il rugby il progetto rappresenta una novità assoluta, sperimentata finora soltanto negli Usa nell’ottica di una fruizione televisiva più coinvolgente.

La realtà virtuale farà vivere ai tifosi un’esperienza “da protagonisti”, permettendo loro di partecipare a mischie, touche, azioni di gioco e mete grazie ad un ‘visore per la realtà virtuale’ (è stato utilizzato un Samsung® Gear VR® powered by Oculus) che garantisce un’esperienza estremamente realistica ed adrenalinica. I video sono caratterizzati dalla partecipazione di 16 giocatori del Benetton Rugby Treviso (tra cui Luke McLean) e Mauro Bergamasco, per anni simbolo della nazionale (106 caps) nonché unico rugbista al mondo, insieme al samoano Brian Lima, ad essere sceso in campo in cinque edizioni differenti della Coppa del Mondo.

Il progetto rappresenta, come detto, l’ultima iniziativa in ordine di tempo legata al mondo della palla ovale del Gruppo Cariparma Crédit Agricole. La pagina Facebook Rugby Cariparma Crédit Agricole e l’account Twitter @rugbycariparma sono gli altri canali attraverso i quali l’istituto, attraverso video inediti, immagini esclusive e contributi di esperti, alimenta la passione dei tifosi e condivide i valori del brand con la community online del rugby per raccontare la disciplina da una prospettiva inedita.

AU

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.