“Abbiamo un obbligo nei confronti dei nostri tifosi, di noi stessi ed anche di chi non è, per motivi diversi, più della Nazionale: quello di continuare a vincere, come abbiamo fatto in questi anni.” Mario Valentini, ct della Nazionale Paraciclismo che si appresta a fare il suo esordio internazionale questa settimana nella Coppa del Mondo di Ostenda, come sempre parla con il cuore e trova nel più profondo di ognuno dei suoi atleti le motivazioni migliori.

L’esordio di una delle Nazionali più vincenti del nostro ciclismo è all’insegna del futuro (le prossime Paralimpiadi) ma anche con il pensiero a chi non potrà essere della partita, in particolare Alex Zanardi“Alex è stato il punto di riferimento, uno stimolo ed un esempio, sempre avanti.. e noi ad inseguirlo. Adesso che non c’è abbiamo l’obbligo di confermarci, anche per lui.”

Gli Azzurri che si apprestano a scendere in campo in Belgio hanno un compito importante. La stagione che parte il 6 maggio con le prove a cronometro infatti guarda alle Paralimpiadi di Tokyo e ad una qualificazione ancora tutta da chiudere. “Le gare 2020 sono saltate e l’appuntamento in Belgio diventa l’ultimo passaggio fondamentale ai fini della qualificazione – ricorda il tecnico umbro, uno dei più vincenti della sport italiano -. Attualmente abbiamo qualificati 8 uomini e 3 donne, ma dobbiamo guardarci da chi ci segue da vicino ed anche chi abbiamo avanti.”

La Coppa, in scena dal 6 al 9 maggio, è fondamentale. Sarà l’ultima occasione per provare a cambiare le attuali gerarchie. I mondiali in Portogallo tra un mese non avranno analoga importanza, perché non assegneranno punti ai fini del ranking olimpico.

“Questo ci obbliga ad essere presenti con i nostri migliori…”. Mancheranno, come ricordato, Alex Zanardi ed anche Vittorio Podestà, che ha scelto di smettere con l’attività agonistica. “Erano pedine fondamentali della staffetta – commenta Valentini – ma abbiamo tanti giovani e un gruppo in grado di esprimere valori assoluti.”

In assenza di confronti internazionali recenti, resta un po’ di curiosità sugli attuali valori in campo: “A parte qualche nome nuovo, soprattutto per quanto riguarda i francesi, gli avversari da tenere presenti sono gli stessi.” conclude il CT. Anche per il nostro gruppo ci sono diverse novità. Mario Valentini ha convocato 20 atleti con alcuni giovani interessanti che saranno in Belgio per accumulare esperienza.

Ricordiamo che gli altri momenti importanti della stagione internazionale sono i Mondiali a Cascais in Portogallo, dal 9 al 13 giugno e le Paralimpiadi di Tokyo, che si svolgono dal 24 agosto al 5 settembre: gli eventi su strada sono in programma dal 31 agosto al 3 settembre presso il Fuji Speedway; le gare di ciclismo su pista al Velodromo di Izu (25-28 agosto).

La Nazionale è partita lunedì 3 maggio, nel primo pomeriggio, dopo che in mattinata è stata sottoposta ai tamponi di controllo.

Azzurri Convocati

Pierpaolo Addesi – Team Go Fast
Katia Aere – Anmil Sport Italia
Roberta Amadeo – Bee and Bike
Fabio Anobile – Natura e Sport
Andrea Casadei – Team Equa
Paolo Cecchetto – Team Equa
Diego Colombari – Polisportiva Passo ASD Onlus
Fabrizio Cornegliani – Team Equa
Giorgio Farroni – Anthropos Asd
Giancarlo Masini – Natura e Sport
Eleonora Mele – Team Equa
Federico Mestroni – Tigullio Handbike Team
Panizza Riccardo – Team Comobike Asd
Pasini Luisa – Team Equa
Michele Pittacolo – Pittabike A.S.D.
Pizzi Ivano – Asd Ifi‑Giant Store Roma
Porcellato Francesca – G.C. Apre‑Olmedo
Radrizzani Fabio – Tigullio Handbike Team
Tarlao Andrea – Team Go Fast
Vitelaru Ana Maria – Anmil Sport Italia

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta