CdM Skeet Femminile a San Marino, Bacosi è argento

Di Marziantonio sesta, Cainero settima. Successo della thailandese Sutiya Jiewchaloemmit. Nel Maschile Cassandro e Rossetti perfetti, bene anche Lodde.

CdM Skeet Femminile a San Marino, Bacosi è argento

La gara di Skeet femminile regale un argento all’Italia per mano di Diana Bacosi. L’olimpica azzurra, nata a Città della Pieve e residente a Cetona, si è resa protagonista di una competizione di altissimo livello, chiudendo le qualificazioni con 73/75, miglior punteggio di giornata, e qualificandosi per il gold match con un perfetto 16/16 in semifinale. Nel duello per l’oro la portacolori del Gruppo Sportivo dell’Esercito ha affrontato la tailandese Sutiya Jiewchaloemmit, quest’anno d’oro nella Pre Olimpica di Rio de Janeiro, e dopo aver concluso i 16 piattelli regolamentari con un identico 15/16, si è arresa all’avversaria solo allo shoot-off con +8 a +7.

Il mio obiettivo era quello di fare una buona qualificazione e posso dirmi contenta – ha commentato la tiratrice azzurra al termine della gara – Con Andrea (Benelli, ndr) abbiamo lavorato tanto per aumentare gli standard di qualifica, soprattutto in vista dell’appuntamento olimpico di Rio. Ho sparato bene anche in semifinale e nel medal amtch. Purtroppo negli shoot-off ci sbaglia prima lascia campo libero all’avversaria e Sutiya (Jiewchaloemmit., ndr), che è una grande tiratrice, non si è fatta sfuggire l’occasione. In ogni caso sono comunque molto contenta e voglio dedicare questa medaglia alla mia famiglia, al Gruppo Sportivo dell’Esercito, alla Federazione, agli Sponsor, insomma a tutti quelli che mi sostengono giorno dopo giorno nel mio cammino verso il sogno olimpico”.

La medaglia di bronzo è andata all’inglese Amber Hill, terza dopo essersi aggiudicata il duello contro la cinese Ning Wei con 13 (+18) a 13 (+17). Sesta la giovane Chiara Di Marziantonio (Fiamme Oro) di Cerveteri (RM), entrata in semifinale con 72/75 e poi inciampata in troppi zeri nella serie di accesso ai duelli per le medaglie, chiudendo con 11/16. Fuori dalla semifinale per un solo piattello Chiara Cainero (Forestale) di Cavalicco di Tavagnacco (UD), Campionessa olimpica di Pechino 2008, settima con lo score di 71/75.

La mia valutazione della gara è totalmente positiva. Partendo da Chiara (Cainero, ndr), è in grande crescita rispetto alle gare precedenti. Ha fatto una bellissima gara, lottando fino all’ultimo e chiudendo le qualificazioni con un bel 25, e rientrando nei suoi livelli. Passando alla Chiara più giovane (Di Marziantonio, ndr), sta crescendo. Sono le prime grandi gare a cui partecipa e ha ben figurato. Infine, per quanto riguarda Diana (Bacosi, ndr), ha fatto una gara quasi perfetta, dimostrando una grande regolarità, e nella semifinale è stata impeccabile sparando in maniera divina. Anche se lo spareggio le è stato propizio, sono davvero contento di come si è comportata. Meglio di così è difficile fare!”.

Protagonisti oggi sulle pedane di Serravalle anche gli uomini, impegnati nelle prime due serie di qualificazione. Al momento la classifica provvisoria è condotta da sette tiratori a punteggio pieno. Tra loro gli azzurri Tammaro Cassandro (Forestale) di Caserta e Gabriele Rossetti (Fiamme Oro) di Ponte Buggianese (PT), mentre Luigi Lodde (Esercito) di Ozieri (SS) ha chiuso con un comunque ottimo 48/50.

L’ultimo atto di questa Coppa del Mondo si celebrerà domani con le ultime tre serie di qualificazione e la semifinale, prevista per le ore 17.30.

RISULTATI

Skeet Femminile: 1^ Sutiya JIEWCHALEOMMIT (THA) 72/75 – 16/16 – 15/16 (+8); 2^ Diana BACOSI (ITA) 73 – 16 – 15 (+7); 3^ Amber HILL (GBR) 72 – 12 (+7) – 13 (+18); 4^ Ning WEI (CHN) 72 – 14 – 13 (+17); 5° Meng WEI (CHN) 73 – 12 (+6); 6^ Chiara DI MARZIANTONIO (ITA) 72 – 11; 7^ Chiara CAINERO (ITA) 71.

Skeet Maschile: Tammaro CASSANDRO (ITA) 50/50; Gabriele ROSSETTI (ITA) 50/50; Mostafa HAMDY (EGY); 50; Jesper HANSEN (DEN) 50; Valeriy SHOMIN (RUS) 50; Jan SYCHRA (CZE) 50; Ole Eilif UNDSETH (NOR) 50; Luigi LODDE (ITA) 48.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.