Home News Scacchi Chess.com trasmetterà le dirette del Campionato del Mondo 2021

Chess.com trasmetterà le dirette del Campionato del Mondo 2021

2

Chess.com ha acquisito i diritti di trasmissione del Campionato del Mondo di Scacchi che si terrà nel 2021. L’azienda, con sede a Palo Alto, California, sarà un partner ufficiale per la trasmissione di quello che sarà il più grande evento di scacchi a livello mondiale degli ultimi decenni.

L’accordo tra Chess.com e FIDE permetterà di seguire il Campionato del Mondo ad un pubblico più ampio di sempre, a conferma che questo sport ha un grande feeling con internet e l’informatica. Nei prossimi giorni cercheremo di fare il punto sul numero reale di giocatori che si sono avvicinati agli scacchi grazie al web. Bisogna anche ricordare che in questi giorni sta partendo il campionato italiano online, a conferma che questo sport può essere svolto ad alti livelli anche in remoto.

In qualità di piattaforma di scacchi online più grande del mondo, Chess.com è stata l’emittente principale del gioco da tavolo negli ultimi anni, in collaborazione con la piattaforma di streaming Twitch.

Ricordiamo che il Campionato del Mondo di Scacchi, che si tiene ogni due anni, è il momento finale di un lungo cammino che parte dai torneo che indicano i candidati per il Torneo dei Candidati che a sua volta designa lo sfidante. Il Torneo dei Candidati, previsto per la primavera 2020 è stato interrotto causa pandemia e dovrebbe svolgersi nella primavera del prossimo anno (qui la notizia) e la sua trasmissione fa parte dell’accordo tra FIDE e Chess.com. Pertanto anche il torneo dei candidati sarà trasmesso in diretta dal sito specializzato.

“Siamo davvero entusiasti delle prospettive per il Campionato del Mondo 2021 e questo accordo è un primo passo per renderlo un grande successo”, ha dichiarato il presidente della FIDE, Arkady Dvorkovich. “La popolarità degli scacchi è in aumento: sempre più persone dedicano più tempo al gioco. Gli scacchi sono sempre stati un gioco entusiasmante e popolare, ma ora sono anche molto più accessibili e Chess.com ha contribuito a molto a questo, portando gli scacchi a un pubblico completamente nuovo. Siamo fiduciosi che questa sarà la partita del Campionato del Mondo più seguita degli ultimi decenni “.

Chess.com trasmetterà la sua copertura ufficiale su più piattaforme nelle lingue più popolari al mondo, con commenti di alcuni dei più grandi nomi degli scacchi e dell’intrattenimento.

“La FIDE è stata uno dei partner più importanti di Chess.com durante la pandemia, contribuendo a portare milioni di nuovi giocatori a scacchi lavorando con noi su alcuni degli eventi più prestigiosi del mondo”, ha affermato Nick Barton, Direttore dello sviluppo aziendale di Chess.com . “Gli scacchi stanno vivendo una crescita storica e siamo stati onorati dall’enorme volume di nuovi giocatori da tutto il mondo che trovano gioia giocando sul nostro sito ogni giorno. Questa partnership di trasmissione ci offre l’opportunità di continuare la nostra missione di rendere gli scacchi divertenti e accessibile a tutti “.

Con la sua copertura non ufficiale del campionato del mondo 2018, Chess.com ha raggiunto 3,4 milioni di spettatori unici. La copertura da record dell’evento di Pogchamps di quest’anno ha visto spettatori unici giornalieri ancora più alti.

Il Campionato del Mondo di scacchi è previsto per l’autunno del 2021. Si giocherà tra il campione del mondo in carica Magnus Carlsen e, come ricordato, il vincitore del torneo dei Candidati 2020.

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

2 Commenti

  1. In sintesi: ci sono i ‘tornei zonali’, gli ‘interzonali’ e poi il Torneo dei Candidati il cui vincitore acquisisce il diritto a battersi con il campione in carica, titolo in palio.
    Le ‘zone’ sono insiemi di Nazioni, di solito create con logica geografica; alcune nazioni, tipo USA e Russia sono zone autonome.
    I campioni nazionali (e per alcune nazioni anche il secondo classificato del campionato e a volte anche il terzo) giocano il torneo di zona. Un certo numero di giocatori si qualifica per la fase successiva che vale per l’ammissione ai Candidati per (di solito) da 2 a 4 giocatori.
    Negli ultimi anni è stato istituito un torneo a eliminazione diretta con 128 partecipanti e i primi 2 vanno ai Candidati. Si entra in questo torneo a 128 anche se si è ai primi posti della “graduatoria elo”; le regole di ammissione variano di volta in volta, le decide la FIDE. Per esempio per il prossimo anno questo torneo inizierà con oltre 200 partecipanti, poi ridotti a 128 e poi si prosegue.
    In ogni caso non è che chiunque possa andare a giocare per il titolo mondiale; ci si deve qualificare tramite i campionati nazionali organizzati dalle singole Federazioni.

Commenta

Exit mobile version