Ciclismo – E' morto Laurent Fignon

Alla fine il professore se ne andato. Lo sapevamo, era nell’aria, da quando aveva dichiarato al mondo la sua malattia. Eppure quando accade sei sempre impreparato, attonito. Laurent Fignon, 50 anni, due Tour de France (’83 e ’84), un Giro (’89) non è più. Portato via dal cancro e forse da quel doping che ha ammesso di frequentare, come la maggior parte dei suoi colleghi, negli anni del “ciclismo di mezzo”. Ha iniziato incrociando i pedali con Hinault e Moser, ha finito superando Bugno in uno storico Giro d’Italia, riprendendosi quanto gli aveva tolto la sorte (Moser e, si dice, un’organizzazione partigiana) nel Giro del 1984 e la cronometro di Verona. L’anno prima il “professore” (così chiamato per il suo aspetto da intellettuale, con gli occhialetti e il fare proprio del parigino di razza) si era imposto all’attenzione del mondo con il successo nel Tour. Aveva 23 anni e potè approfittare dell’assenza del “tasso” Bernard Hinault, suo capitano alla Renault. Dopo la sconfitta di Verona Fignon si presentò al Tour con la stessa determinazione e maggior rabbia. A farne le spese proprio il mitico Hinault, che giunse secondo nella generale ad oltre 10′ in un epilogo che per molti ha rappresentato un passaggio di consegne. Erano gli anni in cui i ciclisti francesi dominavano sulle strade del mondo. Erano anche gli anni in cui un superbo corridore come Hinault poteva permettersi il lusso di vincere grandi giri e classiche del Nord, senza compromettere la preparazione. Gli ultimi anni del ciclismo eroico, i primi, con Greg Lemond e Pedro Delgado, del ciclismo specialistico. Gli anni del professore Lauren Fignon, che rimarrà nella storia per la sua sconfitta nel 1989 al Tour di soli 8″ dall’americano Lemond, per i due successi alla Milano Sanremo, per il gusto e il piacere di essere un ciclista diverso: capelli lunghi, coda di cavallo e occhialini da intellettuale. Chapeau Laurent
Antonio Ungaro

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.