Classifica Elo, Caruana perde punti ma è ancora 2°

Classifica Elo, Caruana perde punti ma è ancora 2°

A Tashkent nella seconda prova del Grand Prix valido la qualificazione al mondiale di scacchi 2016, ancora un pareggio per Fabiano Caruana che si mantiene in sesta posizione (ex aequo) e abbandona definitivamente le speranze di poter vincere.
Aldilà di considerazioni di carattere sportivo riguardo il periodo di forma o altri pensieri esterni che turbano il campione italo americano, resta sulla carta un torno giocato male e sottotono, contro avversari di punteggio elo più basso.
L’obiettivo finale di questi Tornei, è bene ricordarlo, è quello di riuscire a diventare lo sfidante del campione del mondo del 2016 (che sia Carlsen o Anand, è tutto da vedere questo novembre). Se Fabiano Caruana, sceso a 2839 punti nella Classifica elo aggiornata al 1° novembre (ancora secondo ma più staccato) non dovesse riuscire a conquistarsi il diritto, sarebbe per lui un sconfitta difficilmente digeribile. Qualcosa di simile, per esempio, è accaduta ad Aronian, che per alcuni tratti delle passate stagioni ha tallonato da vicino Carlsen per poi, mestamente, scivolare nelle retrovie dopo non essere riuscito ad affrontare lo stesso Carlsen per il titolo.
Il successo in comproprietà con Gelfand a Baku e questo secondo Grand Prix FIDE adombrano un destino simile per Caruana, che a questo punto è chiamato, prima di tutto, a ritrovare quel gioco brillante di qualche settimana fa e poi il “killer instict” messo in mostra a Saint Louis.
Per la cronaca, la graduatoria elo vede in testa Carlsen con 2863 punti, seguito da Caruana a 2839 e Topalov che ha 2800.

Grand Frix Fide, Caruana, Andreikin

Dmitry Andreikin in testa a due turni dalla fine del Grand Prix FIDE a Tashkent

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.