Commissione CONI Sport e Salute, Petrucci accetta l’investitura

Prima uscita pubblica del massimo dirigente della pallacanestro italiana in occasione della presentazione della partita Italia Repubblica Ceca di Cagliari. Nell'occasione ha confermato la volontà di accettare l'indicazione del presidente Malagò ed entrare nella Commissione che dovrà perfezionare il contratto di servizio tra CONI e Sport e Salute.

Commissione CONI Sport e Salute, Petrucci accetta l’investitura

La Sala Anfiteatro dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Sardegna ha ospitato la conferenza stampa di presentazione della partita Italia-Repubblica Ceca, valida per le qualificazioni di EuroBasket Women 2021 e che si giocherà giovedì sera si giocherà a Cagliari (ore 20.30, diretta SkySportHD).

E’ stata anche però la prima uscita pubblica del presidente della FIP Petrucci dopo l’indicazione da parte di Malagò di farlo entrare nella speciale commissione CONI-Sport e Salute che dovrà valutare le questioni ancora aperte tra i due enti. Una mossa, da parte di Malagò, che sottende due aspetti: il primo riguarda la chiara volontà del massimo dirigente dello sport italiano di dialogare con Sport e Salute. Petrucci, da questo punto di vista, ha sempre manifestato pubblicamente questa volontà. Proprio la (fino ad ora) mancata collaborazione tra CONI e Sport e Salute è stato il motivo per il quale l’ex presidente CONI ha criticato l’attuale dirigenza. Il secondo motivo è molto più sottile e in qualche modo preparatorio delle elezioni che si svolgeranno per la presidenza CONI del prossimo quadriennio. Portare Petrucci al tavolo delle trattative mette uno dei “grandi elettori” avversari di Malagò nella scomoda condizione di dover lottare o per il CONI o per Sport e Salute. Nel primo caso, rompendo il fronte delle “big federation” finora contro Malagò e la maggior parte delle federazioni (che sono quelle che votano il presidente del CONI); nel secondo caso inimicandosi ancor di più proprio la maggioranza del Consiglio Nazionale qualora il presidente FIP dovesse far pendere la bilancia a favore di Sport e Salute in caso di voti contrapposti.

Il rischio, seppur presente da parte dell’ex presidente CONI, per ora non è stato ritenuto tale da rifiutare l’investitura, come le stesse parole di Petrucci lasciano intendere, proprio in occasione della presentazione di Cagliari: “Non sono e non sono mai stato un avversario del presidente Malagò, a cui mi lega un rapporto di amicizia consolidato negli anni. Quando ho avuto qualcosa da dire sulla riforma del CONI l’ho fatto in modo diretto soprattutto in Consiglio Nazionale e anche in interviste sulla stampa: però un conto è la non condivisione di eventuali scelte politiche, altra cosa è la realtà della proposta da lui partita. Oltre ad essere presidente del Basket ho un passato che nasce da dipendente CONI, quindi con un’anima CONI e anche le esperienze successive nel calcio ma soprattutto nei 14 di Presidenza CONI mi hanno dato un DNA diverso da tutto il resto degli attuali dirigenti che siedono in Consiglio Nazionale. A differenza di altri non posso rifiutare l’invito che mi viene rivolto oggi. Il mio profilo è sempre stato molto attento al rispetto delle istituzioni, anche se potrò risultare antipatico a qualcuno. Al momento non conosco la valutazione di Sport e Salute”.

Abbonati qui a Express VPN, ottieni il 30% di sconto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.