Convenzione Esercito Fijlkam, terminato il 1° corso

Convenzione Esercito Fijlkam, terminato il 1° corso

FijlkamLa mattina di giovedì 20 p.v. si terrà presso la caserma Francesco Bazzani in Roma, sede del 6° Reggimento Genio Pionieri, la cerimonia di premiazione conclusiva del 1° corso di karate realizzato in attuazione della convenzione stipulata tra lo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano e la Fijlkam, Federazione italiana judo, lotta, karate ed arti marziali. Il programma, della durata complessiva di 24 ore, ha visto impegnati 50 militari dei Battaglioni “Trasimeno” e “Nemi” e dell’Ispettorato Infrastrutture e si è incentrato sullo studio delle tecniche fondamentali del karate, ponendo particolare attenzione sulla corretta postura da mantenere nell’esecuzione sia delle tecniche di pugno e relative difese, sia delle tecniche di gamba e spostamenti, studiate anche nel bunkai (“applicazione”) per un miglior apprendimento e gestione delle dinamiche motorie.
Saranno presenti alla cerimonia il comandante colonnello Massimo Tuzza, il maggiore Pierluigi Brugnoli, il maggiore Matteo Tuzi, il 1°maresciallo luogotenente Giovanni Giuli, assieme al commissario straordinario del Comitato regionale Lazio karate Fijlkam, maestro Cinzia Colaiacomo, d.t. del G.S. Fiamme Oro – Polizia di Stato. L’istruttore federale Fabio Aglietti si è avvalso della qualificata collaborazione di atleti di karate di alto profilo, che prestano servizio presso il reggimento: il caporal maggiore Luigi Pisanti, il caporale Michele Figlia (atleta dell’Asd Team Karate Ladispoli) ed il geniere Federico Aglietti (atleta del G.S. Fiamme Oro Roma), i quali hanno messo con entusiasmo la loro esperienza al servizio dei commilitoni. La convenzione, sottoscritta congiuntamente il 27 maggio u.s. dal Capo del III Reparto impiego delle Forze dello Stato maggiore, generale di divisione Roberto Perretti, ed il presidente della Fijlkam Domenico Falcone, si è posta come obiettivo quello di sviluppare la pratica dell’attività sportiva del karate tra il personale militare impiegato presso tutti gli Enti, Distaccamenti, Reparti dell’ E.I. Infatti, si legge tra le “premesse” della Convenzione, la pratica sportiva è considerata “parte integrante dell’addestramento militare e, più in generale, della formazione del personale alle armi, dal momento che le doti di coraggio, impegno e spirito di sacrificio richieste dall’agonismo sportivo sono requisiti indispensabili di tutti i componenti dell’ Esercito Italiano”.
A monte di tale convenzione troviamo il Protocollo d’intesa tra Ministero della difesa ed il Comitato olimpico nazionale italiano, rinnovato l’ 11 dicembre 2012, volto a definire i rispettivi compiti istituzionali nello sport, e la convenzione, sempre tra gli stessi attori, per la realizzazione e manutenzione di infrastrutture sportive militari. La federazione ha varato da parte sua un programma tecnico di massima, caratterizzante un percorso omogeneo e rispondente alle aspettative degli utenti, che potrà essere suscettibile comunque di ampliamenti in sede locale in funzione dell’interesse suscitato e della disponibilità dei tecnici (ricordiamo che tali corsi sono a costo zero per l’Esercito Italiano, anche se lo stesso è impegnato a sostenere il progetto ed i tecnici federali mettendo a disposizione le strutture sportive necessarie per lo svolgimento dell’attività).Non solo. E’favorito, nell’ambito della convenzione così stipulata, lo sviluppo di corsi ulteriori per il personale militare ed anche non appartenente alle FF.AA; la promozione delle discipline federali Fijlkam all’interno delle infrastrutture; l’inserimento dell’attività nell’ambito dei programmi addestrativi con l’impegno per tutto il personale di prendere parte alle lezioni; la previsione di agevolazioni sulle quote associative di iscrizione a centri sportivi federali per quanti decidano di dedicarsi in maniera più continuativa al karate; semplificazioni nell’iter didattico per coloro che vogliano acquisire la qualifica di insegnante tecnico Fijlkam, e così via…insomma, il futuro del karate nell’ E.I. è già adesso!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.