Coppa Campioni di Cross, le speranza del CS Esercito

Coppa Campioni di Cross, le speranza del CS Esercito
coppa campioni di cross

Elena Romagnolo

Ad un anno di distanza dalla storica doppia medaglia d’argento in coppa campioni di cross, conquistate a Albuferia, in Portogallo, dal Caporal Maggiore Nadia Ejjafini a livello individuale e dai Caporal Maggiori Scelti Elena Romagnolo, Fatna Maraoui, dai Primi Caporal Maggiori Laila Soufyane e Giulia Francario nella prova a squadre, sabato 1 febbraio il team femminile del Centro Sportivo Esercito sarà nuovamente di scena nel prestigioso trofeo continentale.
L’impegno sugli sterrati di Guadalajara, in Spagna, maturato grazie alla conquista nel 2014 dell’ennesimo tricolore, vedrà la presenza di una formazione in parte rimaneggiata rispetto a quella che ha preso parte con successo, lo scorso anno.
Da registrare infatti, l’assenza di due importanti pedine: quella di Nadia Ejjafini, alle prese con un risentimento muscolare e della promettente fondista Veronica Inglese, da pochi giorni tornata ad allenarsi dopo un lungo periodo di assenza dalle gare, per un infortunio.
Un’assenza che potrebbe pesare nell’eventuale corsa alla conquista di un gradino un piazzamento a podio”, ha detto la stessa Ejjafini alla vigilia della partenza per Guadalajara, parole che fanno eco a quelle di Veronica Inglese “Purtroppo anche per questo impegno dovrò fare da spettatrice. E’ molto frustrante non essere con le mie compagne di squadra, alle quali comunque invio il mio più sincero in bocca al lupo”.
Il testimone passa alle colleghe Fatna Maraoui, Laila Soufyane, Elena Romagnolo, Federica Dal Rì e Valentina Costanza. Un testimone carico di grande responsabilità, così come evidenzia Elena Romagnolo.
Le assenze di Nadia e Veronica sicuramente peseranno sulla prestazione del Team Esercito, questo comunque non ci deve demoralizzare – sottolinea Elena Romagnolo – anzi, ci deve dare la giusta carica per colmare il gap tecnico esistente con le altre squadre presenti alla manifestazione.
Ripetersi a podio sarà molto difficile, però c’è la ferma convinzione di far bene.
Dello stesso parere anche Laila Soufyane, atleta quest’ultima, vincitrice domenica scorsa della 16^ edizione della “Corsa di Miguel”.
Domenica daremo il cento per cento – afferma Laila – lotteremo sino alla fine per portare a casa il migliore risultato possibile ed onorare la casacca che indossiamo e lo scudetto faticosamente conquistato lo scorso anno ai campionati italiani di Nove”.
Insomma, nonostante le prestigiose assenze, la concentrazione e la determinazione del quintetto del Centro Sportivo Esercito sembra essere perfettamente in sintonia con l’importanza dell’impegno agonistico di Guadalajara, che ricordiamo essere giunto alla settima partecipazione consecutiva, a conferma dell’assoluto ed incontrastato valore tecnico, sino ad ora profuso in campo nazionale delle crossiste della Forza Armata. (ufficio stampa)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.