Michela Castoldi vince la World Cup di Aerobica

Grande prestazione degli azzurri in Portogallo: medaglia d'oro per la coppia Donati/Castoldi. Argento con il gruppo. Bronzo per la Castoldi che porta a casa il trofeo.

Michela Castoldi vince la World Cup di Aerobica

Gli azzurri della Ginnastica Aerobica sorprendono ancora una volta: impegnati nel week end a Cantanhede, Portogallo, per l’ultima tappa di Coppa del Mondo del circuito FIG, i “Magnifici sette” guidati dalla DTN Casentini hanno fatto incetta di medaglie: la coppia Donati/Castoldi vince l’oro con 21.000 punti pieni, superando di mezzo decimo il duo ungherese Bali/Hegyi. Terza la Romania di Berne/Panaete (20.700).  

Nell’individuale femminile Michela Castoldi chiude con un bronzo, quanto basta a posizionarsi in testa alla classifica generale  e portare a casa la World Cup edizione 2016. Argento invece per il Gruppo – virtualmente al comando della graduatoria finale – che, a causa dell’ assenza nella tappa di Tokyo, non partecipa al world ranking. L’ Italia termina la missione in terra lusitana con due quarti posti: nella specialità del Trio e nell’individuale maschile con Riccardo Pentassuglia. La nazionale italiana punta adesso ai Mondiali in Korea, in programma a Incheon dal 13 al 19 giugno.

La Direttrice Tecnica Nazionale di Aerobica Cristina Casentini ha così commentato il successo degli azzurri in Portogallo:“Sono molto emozionata per il primo posto di Michela (Castoldi, ndr) nel ranking mondiale. Dopo tutto quello che le è successo negli ultimi mesi (si riferisce alla perdita di entrambi i genitori,ndr) , la sua vittoria ci ha fatto commuovere tantissimo. Quattro anni fa, quando la scelsi per i primi World Games a Kali, decisi di fare una scommessa su di lei: era il suo esordio da senior. Anche per questo è davvero un grande risultato quello di ieri. Nel tempo Castoldi ha dimostrato di essere una vera atleta, che puó crescere anche individualmente e non solo nelle categorie composte”. E a proposito della Coppia e del Gruppo la head coach ha aggiunto:“non sono soddisfatta al cento per cento. In pedana ho visto qualche errore che potevamo risparmiarci. Al Mondiale è tutto diverso, la concorrenza è maggiore. Li anche la più piccola imprecisione puó compromettere la finale. Resta il fatto che siamo uno dei Paesi più completi e lo abbiamo dimostrato ottenendo la qualificazione con tutte e 4 le specialità. Ai Campionati del mondo, peró, voglio arrivare al massimo della perfezione. In Korea non dobbiamo sbagliare!” 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.