Dopo i fuochi di artificio della Speed, con i record del mondo che sono caduti a ripetizione, la Coppa del Mondo di Arrampicata Boulder di Salt Lake City ha visto primeggiare gli atleti di casa.

Il 25enne Sean Bailey ha colto la prima medaglia d’oro della sua carriera in Coppa del Mondo al termine di una finale snervante, chiudendo con due top e quattro zone.

“Non avrei mai pensato che questo giorno sarebbe arrivato, ed è pazzesco che sia arrivato – ha detto subito dopo il successo -. Avevamo dei boulder piuttosto difficili…”. Dietro a Bailey sul podio salgono i giapponesi Fujii Kokoro e Narasaki Tomoa.

Nella gara femminile, la 19enne Natalia Grossman porta a casa la sua seconda vittoria consecutiva in Coppa del Mondo al cospetto di campionesse del calibro di Janja Garnbret, Nonaka Miho e Stasa Gejo.

La Grossman ha chiuso la finale con con il punteggio perfetto di quattro top e quattro zone nel numero minimo di tentativi, assicurandosi la terza medaglia della sua già fantastica stagione 2021. Aveva già vinto l’oro la scorsa settimana – sempre a Salt Lake City – e il bronzo a Meiringen ad aprile.

Argento per la Garnbret, che ha chiuso anche lui con quattro top e quattro zone, ma con un maggior numero di tentativi. La statunitense Brooke Raboutou ha completato il podio con tre top e quattro zone.

Risultati completi del Boulder maschile.
Risultati completi del Boulder femminile.

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta