Coppa del Mondo canoa slalom, a Londra argento di De Dionigi

Sul canale olimpico di Lee Valley l’Italia porta due atleti nella top 10, Raffaello Ivaldi nella finale del C1 e Stefanie Horn in quella del C1, mentre conquista la medaglia d’argento con Christian De Dionigi nell’extreme slalom.

Coppa del Mondo canoa slalom, a Londra argento di De Dionigi

Seconda giornate di gare a Londra per la coppa del mondo di canoa slalom. Sul canale olimpico di Lee Valley l’Italia porta due atleti nella top 10, Raffaello Ivaldi nella finale del C1 e Stefanie Horn in quella del C1, mentre conquista la medaglia d’argento con Christian De Dionigi nell’extreme slalom.

Una discesa all’ultimo fiato con una partenza che prevede un “tuffo” da quatto metri d’altezza ed un percorso che tra ostacoli ed eskimo alterna tecnica e tattica. L’Extreme Slalom rappresenta una disciplina in crescita su cui l’ICF e numerose nazioni stanno investendo molto e Chrtistian De Dionigi è sicuramente uno dei massimi rappresentati in campo internazionale. Già campione del mondo lo scorso anno a Rio d Janiero, l’atleta dell’Aeronautica Militare si conferma al vertice della specialità conquistando la medaglia d’argento in coppa del mondo alle spalle del britannico Etienne Chappell e davanti al russo Sergey Maimistov.

Nelle gare di slalom invece Raffello Ivaldi ha chiuso in settima posizione la semifinale, mentre è rimasto fuori Roberto Colazingari con il 22° posto (104.30). In finale l’atleta della Marina Militare ha ottenuto il nono posto con il tempo di 99.80 e due secondi di penalità. Nella finale del kayak femminile Stefanie Horn chiude con il decimo tempo (118.98) al termine di una prova  poco fortunata.

“De Dionigi dimostra una grande capacità e attitudine a questa nuova disciplina, una prestazione che può far sicuramente bene in vista delle semifinali di domani in K1 slalom”, spiegano i dt Daniele Molmenti ed Ettore Ivaldi. “Raffaello Ivaldi dimostra di sapere leggere bene le situazioni con una prestazione davvero buona in semifinale, in finale forse ha pagato l’eccessivo agonismo che lo ha portato a sbagliare. Stefanie ha fatto un’ottima semifinale ma in finale paga un errore di valutazione tecnica, dimostrando comunque di essere fisicamente pronta”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.