Coppa del Mondo Canoa Slalom a Londra, male gli azzurri

Coppa del Mondo Canoa Slalom a Londra, male gli azzurri

Coppa del Mondo Canoa SlalomCoppa del Mondo canoa slalom a Londra con poche luci per la canoa slalom italiana a Londra.
Gli azzurri si possono consolare con la finale centrata da Giovanni De Gennaro che nel K1 maschile entra nella top ten non riuscendo però ad andare oltre il nono posto. Decisamente sfortunata invece la prova nel C1 di Roberto Colazingari con l’azzurro al quale in semifinale si stacca il paraspruzzi alla porta numero 5, costringendolo così a fermarsi e a dire addio ai suoi sogni di finale. Stefano Cipressi invece arriva al traguardo ma per appena 42 centesimi non supera la scoglio di semifinale. Male anche gli azzurri del C1 nella prova a squadre.
Il Forestale di Brescia Giovanni De Gennaro nel K1 maschile ferma il cronometro sul 111.05 chiudendo però al nono posto e con un ritardo di 15.86 dal vincitore, il francese Boris Neveu che sul traguardo si impone sul ceco Vit Prindis e sul polacco Mateusz Polaczyk. Il rammarico c’è alla luce dell’ottimo tempo fatto invece segnare dall’azzurro nella semifinale quando aveva chiuso in 97.02, ad appena 1.53 dallo sloveno Peterlin capace di far segnare il miglior tempo della semi.
Nulla da fare per l’Italia in ottica medaglie nemmeno per quanto riguarda la canadese monoposto maschile. Detto di Roberto Colazingari, sfortunato durante la semifinale, il migliore dei nostri è stato Stefano Cipressi che ha mancato l’accesso alla finale per soli 42 centesimi di secondo. Il bolognese della Marina Militare ha chiuso la semifinale al dodicesimo posto con il tempo di 103.99, un riscontro cronometrico troppo alto per riuscire ad entrare nella lotta per le medaglie. L’oro è andato così al britannico David Florence davanti ai due slovacchi Matej Benus e Michal Martikan.
Un salto di porta nella parte finale della gara a squadre inoltre impedisce agli azzurri del C1 di andare oltre l’ottavo posto e di salire su un podio che sarebbe potuto essere a portata, senza i 50 secondi di penalità. Marco Babuin, Stefano Cipressi e Roberto Colazingari fermano il cronometro sul 174.94 dopo una finale appesantita dal salto di porta e da tre tocchi di palina. Il loro distacco dall’oro che va alla Gran Bretagna è di 61.73; alle spalle dei padroni di casa sono gli slovacchi a mettere al collo l’argento davanti agli sloveni che conquistano il bronzo.
Poche soddisfazioni anche nelle finali di domenica. Azzurri che non riescono ad andare oltre la semifinale. Nel K1 donne Stefanie Horn ferma il cronometro sul 117.65, tempo che la posiziona in 14esima posizione e le impedisce di accedere alla finale a dieci vinta poi dall cinese Li, davanti all’austriaca Corinna Kuhnle e all’australiana Jessica Fox.
Si ferma in semifinale anche il C2 di Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari. L’equipaggio della Marina Militare chiude in 118.58 la semifinale e si piazza in 15esima posizione. L’oro va agli sloveni Bozic e Taljat davanti ai tedeschi Anton e Benzien; terzo posto per Ladislav e Peter Skantar (Slovacchia).
La Coppa del Mondo si trasferisce ora a Tacen dove è in programma la seconda prova nel prossimo fine settimana. Risultati completi al link http://www.123result.com/Mobile.htm?EventId=305&User=siwidata&Season=CS_2014&Federation=ICF&Stream1=LeeValley14_Odd&Stream2=LeeValley14_Even#ResultPage

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.