Coppa del Mondo Ciclocross: big annichiliti dal gelo

Coppa del Mondo Ciclocross: big annichiliti dal gelo
Gioele Bertolini sul podio dell'ultima prova di Coppa del Mondo in Olanda (foto Bettini)

Gioele Bertolini sul podio dell’ultima prova di Coppa del Mondo in Olanda (foto Bettini)

Freddo e percorso ghiacciato hanno caratterizzato l’ultima prova di Coppa del Mondo di ciclocross. Anche se la disciplina ha tra i suoi punti di forza proprio le spesso insidiose e proibitive condizioni del tempo, la maggior parte dei favoriti hanno preferito non rischiare troppo su di un percorso insidioso. I mondiali imminenti e una comprensibile pretattica sulle proprie condizioni fisiche hanno fatto il resto. Ha vinto così un outsider, Martin Bina, 29enne ceco, che il miglior piazzamento lo aveva ottenuto a Roma, dodicesimo lontano dai primi.
Classifica finale di Coppa: 1° Albert con 540 punti, 2° Pauwels con 515, terzo Nys con 506. Il gelo ha condizionato anche gli azzurri. Marco Aurelio Fontana, ha corso senza prendere rischi e ha chiuso al 17° posto.
Tra gli juniores era attesa la conferma di Gioele Bertolini, secondo a Roma. L’azzurro ha risposto alle attese, giungendo terzo a 36” dal fenomeno Mathieu Van Der Poel. Possono sorridere il D.T. Fausto Scotti e il suo collaboratore Luigi Bielli. Buona anche la prestazione degli altri due azzurrini Manuel Todaro, ventesimo a 2’34”, e Nadir Colledani, ventunesimo a 2’55”.
Tra le donne, Eva Lechner ha sfiorato il podio, tagliando il traguardo a soli 12” dalla terza, la francese Christel Ferrier-Bruneau, che l’ha superata sfruttando una sua caduta mentre pedalava verso il terzo gradino del podio. Per la vittoria come da copione c’è stato lo show di Marianne Vos davanti al suo pubblico.
Tra gli under23 nella gara vinta dal belga Wietse Bosmans per l’Italia abbastanza buona la prova del forestale Daniele Braidot specialista del crosscountry, 17° a 1’46”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.