Coppa del Mondo IFSC Boulder: e venne il giorno di Gabriele Moroni

Nella tappa giapponese, il climber piemontese sale sul gradino più alto del podio lasciandosi alle spalle il padrone di casa Tomoa Narasaki e il russo Aleksei Rubtsov dopo una lunga carriera costellata di tanti piazzamenti ma mai di una vittoria nel challenge IFSC.

Coppa del Mondo IFSC Boulder: e venne il giorno di Gabriele Moroni

Hachioji (JPN) – Spettacolare e storico oro per Gabriele Moroni nella tappa giapponese di Coppa del mondo boulder di arrampicata a Hachioji in Giappone. Il climber piemontese sale sul gradino più alto del podio dopo averlo sfiorato numerose volte, con una collezione di quattro argenti e un bronzo in carriera. “Finalmente.. dopo tante volte che ci sono andato vicino…” ha scritto sulla pagina facebook della Federazione Arrampicata Sportiva al termine di una gara esaltante per l’Italia e che è culminata con la chiusura dell’ultimo blocco. Al top il “rosso” si è lasciato andare ad un attimo di grande emozione che ha sintetizzato anche la sua carriera sportiva: spesso ai vertici (ovvero in finale), mai in grado di cogliere il successo pieno. Fino ad oggi, quando ha condotto una competizione impeccabile ed ha lasciato ai gradini più bassi i padrone di casa Tomoa Narasaki e Rei Sugimoto. Moroni ha dimostrato grande determinazione e self confidence già nella semifinale che ha chiuso al primo posto con una performance ai limiti della perfezione.

Nella finale poi ha messo subito le cose in chiaro risolvendo il problema del primo blocco e volando in testa alla classifica provvisoria. Il coreano Jongwon Chon lo raggiungeva in cima alla classifica dopo il secondo blocco così come Rei Sugimoto, che chiudeva il terzo boulder quando aveva solo ancora 10″ di tempo. La classifica, al via del quarto e ultimo problema vedeva ancora una situazione di massima incertezza. Sugimoto e Chon non riuscivano a risolvere il problema conclusivo, lasciando la porta aperta al giapponese Tomoa Narasaki che prendeva il comando con una salita lampo capace di entusiasmare il pubblico presente. Era la volta di Gabriele Moroni che raggiungeva facilmente la zona per poi continuare con pazienza e determinazione verso il suo secondo top in finale e la vittoria della sua prima Coppa del Mondo IFSC da quando ha iniziato a gareggiare nel 2004.

Buono anche l’8° piazzamento di Michael Piccoloruaz davanti ai giapponesi Meichi Narasaki e Tomoaki Takata. Gli altri azzurri in gara Marcello Bombardi e Riccardo Piazza hanno chiuso rispettivamente al 29° e 45° posto.

In campo femminile l’Italia era rappresentata da Asja Gollo (49°) e Andrea Ebner (52°). La prova è stata dominata dalle atlete di casa Akiyo Noguchi e Miho Nonaka.

podio moroni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.